MV Agusta Brutale RR 1090

A giorni nelle concessionarie, la RR è al vertice della gamma Brutale, riorganizzata su tre modelli: la entry level di lusso 920 (11.990 euro), la classica R 1090 (13.990 euro) e la più sportiva RR. 158 CV di potenza massima, sospensioni regolabili, pinze radiali monoblocco e tre colorazioni: America, rosso/argento e grigio/nero. A 18.800 euro, da dicembre

L’immagine è chiara: quattro cubi, uno per ciascuna famiglia di prodotti: così si presentava lo stand MV Agusta all’EICMA 2011. Quattro cubi, quattro famiglie: Brutale, F4, F3 e Brutale 675. Per il 2012 la gamma della Casa varesina è stata completamente ripensata: la sportiva F3 e la nuovissima naked Brutale 675 condividono il motore a tre cilindri in linea, oltre a molti componenti della ciclistica. La F4 è ora proposta in due versioni: la sofisticata ma già nota R e la potentissima RR, presentata nel 2011 e balzata al primo posto per potenza massima tra le Superbike replica, grazie ai suoi 201 cv dichiarati.Ma è la famiglia Brutale con motore a quattro cilindri a vantare il maggior numero di versioni, tre: la 920 (11.990 euro) è proposta come entry level, mentre la R 1090 (13.990 euro) che fino al salone rappresentava la massima espressione dinamica e formale della naked MV, ora è stata scavalcata dalla RR 1090, l’evoluzione ulteriore, e presumibilmente definitiva, di un progetto  di successo, anche per quanto riguarda le vendite, ben sostenute dall’introduzione della 920.La RR punta su potenza, componentistica ed efficacia di guida. Classica la ricetta per il motore: nuovi alberi a camme, condotti di aspirazione e corpi farfallati di 49 mm di diametro, gli stessi della F4: 116,5 kW (158 cv) a 11900 giri/min. La mappatura di iniezione è stata modificata, in parallelo con l’affinamento delle logiche di gestione del controllo di trazione, su otto livelli.Il telaio è un classico della produzione MV: sezione anteriore in tubi d’acciaio al cromo-molibdeno saldati a TIG e piastre centrali in lega di alluminio. La possibilità di regolare l’inclinazione del cannotto di sterzo e il coreografico monobraccio completano un quadro di grande qualità, insieme alle unità ammortizzanti regolabili. La forcella Marzocchi USD con steli di 50 mm di diametro e trattamento superficiale DLC (Diamond Like Carbon) è montata con tarature di base specifiche per la RR; il monoammortizzatore Sachs è regolabile nella risposta alle alte e alle basse velocità. Per finire, le pinze anteriori sono monoblocco radiali Brembo, come sulla F4, mentre i cerchi forgiati consentono un risparmio di 1 kg circa rispetto a quelli fusi di serie sulle altre versioni.Il prezzo di listino è di 18.800 euro, con disponibilità della moto nelle concessionarie MV a partire dall’inizio di dicembre 2011.