Triumph Speed Triple 1200 RS, nuovo capitolo

Avete presente la Speed Triple? Ecco è ancora lei, anzi no, è una moto completamente nuova. La Triumph più iconica sale di cilindrata, guadagna 30 cavalli e perde un sacco di peso. È una Speed? Assolutamente sì, impossibile non riconoscerla, ma con la 1050 non ha in comune nemmeno un bullone

MOTORE INEDITO

Del tutto inedito, compatto e ben più leggero (7 kg in meno!), il tre cilindri in linea che equipaggia la Triumph Speed Triple RS 1200 2021 aumenta di cubatura, potenza e coppia rispetto al precedente. La cilindrata passa da 1.050 cc a 1.160 cc cc mentre la potenza cresce di 30 cv (!) rispetto al modello precedente, ora i cavalli erogati sono ben 180 a 10.750 giri. Non siamo al record di categoria, ma con questo balzo la Speed si piazza nella zona caldissima del segmento maxi naked, in cui peraltro nel 2019 nella nostra comparativa aveva ben figurato anche il modello che oggi le lascia spazio. Tutto ciò restando fedele alla filosofia da moto stradale che l’ha sempre contraddistinta. Insomma pista sì, ma non è una Streetfighter.

Leggi anche: comparativa maxi naked 2020

Passo avanti anche alla voce coppia, dove la nuova Speed Triple 1200 fa segnare un incremento di 8 Nm, portando così la coppia massima a 125 Nm. Anche il limitatore riceve un “piccolo” aumento: la zona rossa del contagiri inizia a 11.150 (+ 650). I tecnici della Casa inglese assicurano che nonostante l’omologazione Euro 5 la maxi naked non è stata  privata della sua “voce”; merito del nuovo impianto di scarico con silenziatore singolo laterale che rimpiazza quelli alti un e un po’ datati della moto precedente.

Triumph Speed Triple 1200 RS 2021

Il dietologo ha lavorato parecchio, cresce la cilindrata ma il peso cala di ben 10 kg di cui 7 persi solo dal motore. Questo Triple 1200 appare tirato come non mai…

Nonostante l’incremento di cilindrata e potenza il nuovo powertrain da 1.160 cc – che non condivide nemmeno un bullone con la precedente unità da 1.050 cc – ha un’inerzia di rotazione ridotta del 12%. Tutto a favore di una maggiore reattività e prontezza nella risposta del gas. Un dato interessante è rappresentato dal rapporto peso-potenza, che risulta essere migliore del 25% rispetto al modello 1050 e praticamente doppio rispetto alla prima Street Triple del 1994. Da sottolineare l’arrivo di una nuova frizione, che impiega un minor numero di dischi, e di un nuovo cambio a sei rapporti più leggero.