Suzuki Katana 2022, iniezione di potenza e di tecnologia

Allo stand Suzuki di EICMA 2021 sarà esposta anche la nuova versione della Suzuki Katana che, in vista del nuovo anno, riceve svariati aggiornamenti

In vista del 2022 Suzuki ha deciso di rinnovare la sua Katana. Lo storico modello degli Anni 80, presentato in una nuova veste nel 2019, riceve una colorazione inedita e qualche affinamento tecnico. Come era lecito aspettarsi infatti la Suzuki Katana 2022 porta in dote tutte le novità introdotte su GSX-S1000 e GSX-S1000GT. Gli aggiornamenti tecnici hanno interessato soprattutto le aree del motore e dell’elettronica, senza dimenticarsi del comfort che vede l’introduzione di due anti-vibranti all’interno dei riser manubrio pensati per ridurre al minimo le vibrazioni.

Leggi anche: Suzuki Katana, la prova dei 1000 km 

Motore

Il motore della Suzuki Katana resta il quattro in linea da 999 cc che caratterizza anche tutta la gamma GSX-S attualmente in listino. Le novità introdotte dai tecnici di Hamamatsu hanno consentito di incrementare la potenza di 2 CV, passando dai precedenti 150 agli attuali 152. A “farne le spese” è stata la coppia che cala da 108 Nm a 106 Nm, non disperate però, a fronte dei 2 Nm persi, vi segnaliamo che il picco massimo arriva 250 giri prima, e la coppia viene distribuita in maniera più omogenea.

Suzuki Katana 2022

Entrando più nel dettaglio segnaliamo l’impianto di scarico che è stato rivisto per rispettare l’omologazione Euro 5, un airbox riprogettato per ridurre la resistenza all’aspirazione e la nuova frizione assistita SCAS (Suzuki Clutch Assist System). Quest’ultima va a implementare la precedente frizione antisaltellamento e punta a garantire un minore affaticamento della mano e del braccio in condizioni di utilizzo intenso come nel traffico.

Elettronica

Il comparto elettronico della Suzuki Katana in versione 2022 vede l’arrivo di parecchie novità. Segnaliamo in primis l’arrivo del comando del gas ride by wire che permette di avere a disposizione un’elettronica più ricca e sofisticata. Troviamo infatti il nuovo sistema SIRS (Suzuki Intelligence Ride System) dotato di tre modalità. Active, Basic e Comfort, ognuna delle quali risponde a una specifica esigenza. Il riding mode A (Active) è quello più sportivo e restituisce un’erogazione e una risposta del gas più aggressive. Il riding mode B (Basic) si pone invece come soluzione ideale per la guida a 360 gradi, offrendo un’erogazione il più rotonda possibile. Chiude il cerchio relativo alle mappature il riding mode C (Comfort), pensato per la guida in condizioni di scarsa aderenza.

 

Sottolineiamo che i tre i riding mode appena citati portano tutti – anche se in maniera differente – all’erogazione dei 152 CV disponibili. La dotazione elettronica vede l’arrivo del nuovo Suzuki Traction Control System, che dispone di cinque differenti livelli d’intervento più OFF e del nuovo cambio elettronico bi-direzionale. A chiudere il cerchio “elettronica” ci pensano invece il sistema Low RPM Assist che è stato aggiornato per rendere ancora più dolci le partenze e il nuovo display LCD.

Design

La Suzuki Katana 2022 cambia abito e si presenta con inedite livree “Premium Chic”. Oltre alla vernice blu scuro opaco Metallic Mat Stellar Blue e quella grigia battezzata Solid Iron Gray il nuovo model year introduce anche alcuni dettagli che rendono più ricercato il design della moto. I foderi della forcella abbandonano la precedente colorazione nera in favore dell’oro, stesso discorso per le ruote in lega che da nere diventano oro/ocra. La molla del monoammortizzatore diventa grigia, mentre la sella ora è nera e grigia scura.

Suzuki Katana 2022