1000 KM con Kawasaki Ninja 1000SX

Abbiamo passato 1000 km in sella alla nuova Kawasaki Ninja 1000SX per scoprirne tutti i segreti. È lei la sport touring definitiva? Cerchiamo di capire come mai è la moto più venduta in Europa di questo segmento

500 KM SOSPENSIONI CHE COPIANO

kawasaki Ninja 1000SX 2020 nera verde con borse lateraliMetà prova più o meno, in questi chilometri ho apprezzato la Ninja 1000 SX non solo sui percorsi guidati come questo, ma anche nella vita quotidiana. A dimostrazione una volta di più che le moto vanno guidate prima di giudicarle devo dire che guardandola mi aspettavo una moto molto più “fisica” da guidare sullo stretto. Invece devo dire che il matrimonio della ciclistica Kawasaki con le Bridgestone S22 è davvero riuscitissimo, gomme che hanno velocizzato le reazioni della moto. Più che sul veloce, dove è lecito attendersi un comportamento da stradale pura, la Ninja mi è piaciuta sullo stretto. Quindi proprio in quella situazione in cui i manubrioni e la guida alta delle crossover potrebbero sulla carta essere più competitivi la SX tiene botta perché resta svelta pur con un avantreno consistente. Bravi in Kawasaki a dotare la loro sport touring di sospensioni di qualità.Kawasaki Nunja 1000SXMi piace molto la forcella che “parte” subito sulle piccole asperità, scorre ed è sempre sostenuta anche quando guidi veloce. Quando si utilizzano le borse consiglio invece di dare un paio di giri al precarico del monoammortizzatore: la sospensione è sensibile alle regolazioni la Ninja si alza un po’ dietro si muove meno e diventa ancora più affilata. Le borse comunque sono ben integrate nella moto e non impattano sulla guida nemmeno quella sportiveggiante. Consumo rilevato fino a questo momento 15,6 km/litro. Questione mappature ed elettronica. Dopo aver ricevuto la piattaforma inerziale con l’arrivo della versione precedente è in questo campo che la Ninja 1000 SX compie il passo avanti più consistente.

MAPPATURE, QUELLE CHE SERVONO

L’arrivo del Ride by Wire unito agli interventi meccanici ha migliorato ulteriormente il quattro cilindri da 1.043 centimetri cubi, che lavora abbinato a una rapportatura azzeccatissima, ne troppo lunga né troppo corta a 130 indicati si viaggia poco sotto i 6.000 giri. Di solito delle mappature disponibili che sulla Ninja si cambiano premendo a lungo uno dei due pulsanti sul semimanubrio sinistro, apprezzo sempre quella di mezzo, e non quella più aggressiva, in questo caso mi sono trovato ad utilizzare indifferentemente la Road o la Sport entrambe a potenza piena, la seconda con una risposta più decisa. Ma la gestione del gas della 1000SX è così precisa che mi piacciono entrambe. La Rain taglia la potenza del 25% usatela solo quando la guida deve essere conservativa a causa delle condizioni atmosferiche.