Triumph Tiger Sport 660 per sfidare Yamaha Tracer 7

Triumph è quasi pronta a fare il suo ingresso anche nel mercato delle Sport Tourer di media cilindrata. Lo fa allargando la famiglia delle Tiger e sfruttando tutto il meglio della recente Trident 660. A ottobre si conoscerà ogni dettaglio della nuova Tiger Sport 660.

Quando siamo stati alla presentazione della Trident 660, già si respirava nell’aria profumo anche di qualcos’altro… Difficilmente un progetto di questo tipo è fine a se stesso e quando una Casa come Triumph ci si impegna a sviluppare una nuova piattaforma, di solito il fronte è più ampio. Così è stato, e non si è dovuto aspettare molto per sapere che quel “qualcos’altro” di cui sopra era in realtà la nuova Tiger Sport 660.
A svelarlo è un video che mostra la moto in fase di collaudo finale, in attesa della presentazione ufficiale, che sarà a ottobre. Dal breve teaser e dalle foto di corredo si capisce però già piuttosto bene come sarà la nuova Adventure Sport inglese.

Yamaha nel mirino

Come già con la Trident 660, motocicletta fatta per sfidare la regina del segmento delle Naked di accesso Yamaha MT-07, Triumph affiderà alla nuova Tiger Sport 660 il compito di mirare ai vertici della categoria delle Sport Tourer, guarda caso occupati da un’altra Yamaha, la Tracer 7.

Se, come presumibile, prestazioni e dotazioni ricalcheranno quelle della Trident, anche la Tiger Sport 660 avrà tutto ciò che occorre per tentare la scalata. Innanzitutto avrà il vantaggio del motore tri cilindri, probabilmente con una mappatura e rapporti del cambio rivisti, ma pur sempre dotato di 81 cv e 64 Nm. A supportarlo ci sarà anche una buona elettronica (ride by wire, riding mode, traction control, connettività), altro plus rispetto alle concorrenti, e una ciclistica intuitiva, efficace e divertente. Anche le gomme sono le stesse Michelin Road 5 della sorella roadster. Le sospensioni appaiono, come ovvio, più lunghe rispetto alla Trident, la sella è più scavata e il serbatoio sembra un po’ più capiente rispetto ai 14 litri. Per quanto riguarda il cupolino, riprende la configurazione della Daytona, con presa d’aria fra i due gruppi ottici, ed è dotato di un plexiglass di dimensioni generose. Se anche il peso non si discosterà da quello della Trident, sarà un altro asso nella manica nei confronti delle avversarie.

La politica di prezzo sarà verosimilmente la stessa, aggressiva, scelta per la Trident, che per 8.295 euro offre un pacchetto decisamente più ricco delle concorrenti. Per conoscere tutti i dettagli della nuova Tiger Sport 660 bisognerà aspettare il prossimo ottobre, quando Triumph la presenterà ufficialmente al pubblico