Suzuki Hayabusa 2013

Una delle moto più veloci del mondo si rinnova in tanti dettagli, senza rinunciare alla sua personalità unica

5 ottobre 2012 - 15:10

Sono passati più di dieci anni da quando il “falco pellegrino” ha fatto la sua comparsa sulle strade. La sua velocità è limitata elettronicamente, l'aerodinamica è studiata in ogni particolare. La versione 2013 mantiene tutte le peculiarità dell'Hayabusa che già conosciamo, ma può contare su alcuni miglioramenti tecnici. Si parte con le nuove pinze monoblocco Brembo per i freni anteriori, un tocco racing grazie al corpo pinza ricavato da un unico pezzo di alluminio fuso, per garantire la massima rigidità ed eccellenti prestazioni in frenata. Il nuovo ABS è più compatto e leggero, mentre il propulsore è il leggendario DOHC a iniezione da 1340 cc a 4 cilindri in linea raffreddato a liquido. Il sistema di iniezione Suzuki Dual Throttle Valve (SDTV) migliora l'erogazione della potenza e fornisce una risposta più lineare ai bassi e medi regimi, grazie a valvole secondarie che mantengono una velocità ottimale dell’aria aspirata.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Kymco Agility 300i ABS: versatile e potente

Yamaha MT-125 2020, arriva il motore a fasatura variabile

KSR Group, un mondo a due ruote