Triumph Street Triple 2013

Pescato in Spagna un prototipo della naked Triumph media prossima ventura

È evidente, nessuno può dormire sugli allori. Nemmeno una Casa come Triumph che in questi ultimi anni con le sue tre cilindri 675 ha presidiato un segmento in cui pareva avere pochi concorrenti. Prezzo allettante, prestazioni a cavallo tra medie e maxi, grande carisma. Ma adesso è arrivata anche la MV, stesse cilindrate, stessi cilindri, stessi prezzi e non meno carisma, anzi. Per questo, anche per questo, per ribadire la leadership nel segmento delle tre cilindri, Triumph vuole accelerare il rinnovamento dei modelli.Le immagini che vediamo mostrano la direzione che sta prendendo la Casa di Hinckley: si sono già viste in giro per la rete quelle della nuova Daytona e ora spunta anche la Street che, come tradizione, della Daytona è la gemella spogliata. Le prime cose che saltano all’occhio sono il nuovo codino e lo scarico basso e corto. Come vogliono le ultime tendenze, anche Triumph abbandona lo scarico alto, ormai demodé per una soluzione più moderna e ingegneristicamente razionale.I fari sono quelli della ultima Speed (e Street), e dalla sorella maggiore (che abbiamo appena provato in versione R) la Street prenderà anche le fiancatine ai lati del radiatore. Novità tecniche? A un primo colpo d’occhio pochine: nessuno sa se il tre cilindri che sta girando sulla moto fotografata è un 675 o un 800, ma i colleghi di Visordown hanno notato alcuni documenti di omologazione americani dove si parla dei nuovi modelli Triumph e non si dichiarano cambiamenti tecnici… Per cui noi ci sentiamo di scommettere che il motore sarà ancora 675. E voi? Fate il vostro gioco.