Yamaha per “Ospedale Amico”

All’asta la Yamaha TZ-250 autografata da Giacomo Agostini e Luca Cadalora in occasione della 200 Miglia di Imola revival

Yamaha non dimentica l'attenzione per i più bisognosi: parte, dunque, l'asta della bicilindrica TZ-250 protagonista alla 200 Miglia di Imola revival. I proventi saranno destinati all'Associazione “La nostra famiglia” di Bosisio Parini (Lecco), che a sua volta ha ricevuto in dono la moto dal precedente proprietario, Pierluigi Poggi, il titolare della preziosa Collezione Moto Poggi COMP, dedicata alle Yamaha da competizione. I fondi saranno destinati al progetto “Ospedale Amico”. L'asta che metterà in palio la TZ-250 autografata da Giacomo Agostini e Luca Cadalora è già partita e andrà avanti fino al 15 settembre prossimo, sul portale www.emedea.it/asta/.

“L’amicizia con Yamaha è ormai consolidata – ha dichiarato Giovanni Barbesino, responsabile raccolta fondi dell’Associazione “La Nostra Famiglia” – sono stati infatti i primi sostenitori del nostro progetto “Facciamo crescere insieme l’Ospedale Amico”. E’ anche grazie a loro se oggi possiamo dire di aver coperto il 73% dei costi ma, soprattutto, se abbiamo potuto aprire i nuovi ambulatori dell’Unità Operativa di Psicopatologia dello Sviluppo, dell’Unità Operativa di Neurologia Pediatrica e del nuovo Centro regionale per l’Ipovisione. Ora agli amici dell’Ospedale Amico aggiungiamo Pierluigi Poggi per il regalissimo a due ruote e Giacomo Agostini e Luca Cadalora, che hanno deciso di sostenere l’iniziativa.

“Siamo molto felici di aver contribuito a questo progetto – aggiunge Marco Riva, General Manager di Yamaha Motor Racing – creando le condizioni per cui Pierluigi Poggi, Presidente del club Yamaha TZ Italia, e Giovanni Barbesino si potessero incontrare per dar vita a questa iniziativa cosi importante. Siamo da anni molto vicini alle attività dell’Associazione di Bosisio Parini e speriamo che i ricavati di questa operazione possano portare un grande aiuto a chi ne ha davvero bisogno, come già successo due anni fa in occasione della raccolta fondi per il progetto “Facciamo crescere insieme l'ospedale amico” a cui avevamo partecipato donando due caschi esclusivi dei nostri piloti Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Ci teniamo infine a ringraziare con affetto Giacomo Agostini e Luca Cadalora che hanno dimostrato ancora una volta di essere campioni nello sport e nella vita”.