Zero Motorcycle SR/F, la moto elettrica da 320 km di autonomia

Design che colpisce, prestazioni allineate con le più attuali moto di media cilindrata, tempi di ricarica veloci. Il prezzo è importante

26 febbraio 2019 - 16:05

Moto elettrica: quale l’autonomia e quale il tempo di ricarica? Domande che risuonano come un mantra ogni volta che si tocca l’argomento della mobilità elettrica. Da Santa Cruz, California, arriva la Zero Motorcycle SR/F che, armata di tecnologia pulita, sa rispondere per le rime a tutti i quesiti degli appassionati dei motori endotermici.

La nuova Zero SR/F, taglio estetico da naked moderna, che ricorda lo stile delle nude italiane ma con interessanti incursioni di design tecnologico, ha una scheda tecnica chiara: 110 cavalli, 190 Nm di coppia per una velocità massima di 200 km/h e autonomia (con il range extender) che permette di raggiungere i 320 km. Il tutto condito da un peso massimo nell’ordine dei 220 kg. Se non sapessimo che il motore non ruggisce ma sibila potremmo tranquillamente ammettere di essere al cospetto di una comune moto di media cilindrata.

Il traino degli States

La verità però ha radici ben più profonde. Dal 2006 (anno di nascita del marchio Zero Motorcycle) ad oggi gli Stati Uniti hanno dettato il ritmo del mercato e Zero non è di certo stata a guardare. Basti immaginare che dieci anni fa i veicoli venduti a propulsione elettrica non arrivavano a 10mila unità. Nel 2018 si è raggiunto il tetto di 300mila e per la stagione appena iniziata – indovinate un po’? – le prospettive sono di ulteriore crescita.

80 km in pausa (caffè)

Il tempo della ricarica della batteria è determinante per capire se questa moto è in grado di incuriosire il possibile utente. I tre moduli di ricarica sono indipendenti e permettono di raggiungere la capacità del 95% in un’ora o in alternativa, come dichiarato dai tecnici Zero, 80 km di autonomia nel tempo di una pausa caffè.

Partner premium

A contribuire al progetto Zero SR/F c’è Bosch, che con la piattaforma MSC gestisce i livelli di controllo di trazione e i vari Riding mode – quattro di serie, con ben dieci configurazioni personalizzabili. Della partita sono anche sistema operativo Cypher III per la gestione della connettività e sospensioni marchiate Showa completamente regolabili. Naturalmente, la Zero SR/F è una moto connessa; il pilota ha sempre sotto controllo le condizioni del mezzo, conosce in ogni momento lo stato di ricarica e può condividere i dati dei percorsi effettuati.

Moto vera

La Zero SR/F dunque è pronta per il confronto più difficile, quello delle strade di tutti i giorni. Telaio a traliccio in tubi d’acciaio, forcellone asimmetrico, freni con pinze ad attacco radiale e trasmissione a cinghia sono solo alcune delle caratteristiche che potrebbero finalmente far passare in secondo piano i soliti preconcetti dei motociclisti più tradizionalisti. Con una dotazione di tutto rispetto: la Zero SR/F Premium con caricabatteria rapido da 6 kW, cupolino, manopole riscaldate e contrappesi del manubrio in alluminio, costa 23.290 €. La standard è invece equipaggiata con caricabatteria da 3 kW: il prezzo scende così a quota 20.990 €.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Benelli BN 302S

Aprilia RSV4 X 10 anni al top

Trofeo KTM Enduro 2019 prima prova