Le maxi enduro occupano i primi posti delle classifiche di vendita da molti anni. Il motivo è semplice: da dakariane estreme quali erano nei primi anni 90, si sono evolute in moto buone per qualunque utilizzo, dal turismo all’off-road, passando per la guida sul bagnato. Per garantire sicurezza in uno spettro di situazioni così ampio, però, servono pneumatici estremamente tecnologici, con mescole e carcasse speciali.
Tra i produttori di pneumatici, un ruolo importante in questo settore lo gioca Continental che, con il suo TKC 70, in tre anni si è conquistata la fiducia di molti globetrotter.
Oggi amplia la gamma di misure disponibili, proponendosi così anche ai proprietari di due modelli molto apprezzati: la Ducati Scrambler e la Honda Africa Twin.

Il Continental TKC 70 è uno pneumatico polivalente: nasce dall’esperienza maturata in tanti anni con il TKC 80, molto più votato all’off-road, e dalla tecnologia impiegata sul più turistico ContiTrailAttack 2. Il risultato è un pneumatico non estremo, che promette un eccellente grip su asfalto (sia asciutto sia bagnato), un ottimo chilometraggio e una buona propensione al fuoristrada: strade bianche e sentieri anche impervi non dovrebbero essere un problema. Nuove misure, dicevamo: dal 2018 il Continental TKC 70 sarà disponibile in 110/80R18 M/C 58H TL M+S (anteriore per Ducati Scrambler) e 90/90-21 M/C 54H TL M+S anteriore e 150/70R18 M/C 70H TL M+S posteriore (per Honda Africa Twin). Da notare che la sigla M+S lo rende omologato anche come pneumatico invernale.