SOLO CUSTOM

Dedicati agli amanti del genere custom, i nuovi Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall sono pneumatici in edizione limitata. Basta un’occhiata per capire il perché di quell’ “Orangewell”: hanno i fianchi arancioni, ottenuti attraverso uno speciale processo di colorazione che non intacca le caratteristiche chimiche. Disponibili nelle sole misure 100/90 – 19 all’anteriore e 150/80 – 16 al posteriore, saranno esposti allo stand Metzeler del Bike Expo di Verona, in scena dal 18 al 21 gennaio (padiglione 2, stand 12L).

QUESTIONE DI CHIMICA

Riguardo la tecnica, i Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall sono molto sofisticati. Sfruttano la tecnologia già vista sui Marathon Ultra (disponibili anche in versione Whitewall con profili bianchi oppure Extra Size): realizzati specificatamente per le moto custom, al look minimalista affiancano (a quanto dichiara il costruttore) grip su bagnato, stabilità e maneggevolezza da riferimento. Merito della mescola, realizzata con l’intento di resistere all’abrasione e aumentare il grip sul bagnato, del profilo degli intagli, che dovrebbero garantire un’usura costante, e della carcassa piuttosto rigida.

CONDIVIDI
Alessandro ha 14 anni quando il suo migliore amico si presenta sotto casa con un MBK Booster fiammante, elaborato che manco quelli da trofeo. Ale non sta nella pelle, lo vuole provare subito. L’amico glielo concede raccomandando la massima cautela perché “l’ho appena preso”. La sequenza successiva è: 30 metri con le due ruote a terra, impennata, cappottata e perdita probabile di una amicizia. Da quell’esperienza Alessandro poteva capire due cose: Le moto non facevano per lui. Le moto sarebbero state il suo futuro. Purtroppo ha capito quella sbagliata e ce lo siamo ritrovati a RED. Da quando ha 22 anni, tra un esame e l’altro della facoltà di Ingegneria meccanica (poi terminata con la Laurea) ha iniziato a provare moto di ogni genere: dallo scooter (memore della sua fantastica prima esperienza) alle supersportive da gara, passando per custom, enduro e bagger da 400 kg. Sempre con la voglia di raccontarle e sempre tenendo a mente l’espressione stupita (ancora non sappiamo se felice) del suo amico (incredibilmente rimasto amico) in quel fatidico pomeriggio. Oggi a RED prova e racconta ancora moto di ogni tipo. E non impenna (quasi) più.