OKlapotenzagiusta-apertura

OK, la potenza è giusta

Di quanti cavalli si ha davvero bisogno per muoversi in città, per viaggiare a pieno carico con la famiglia oppure per vivere le emozioni che solo una sportiva di razza è in grado di trasmettere? Ecco le potenze “giuste” per ogni categoria d’auto.

Pubblicato domenica 21 agosto 2016 · da

La stragrande maggioranza delle auto disponibili sul mercato è proposta con diverse motorizzazioni o, come sempre più spesso accade, con livelli di potenza differenti pur optando per il medesimo propulsore. Un esempio per tutti la nuova Volkswagen Passat 2.0 TDI, a listino negli step da 150 e 190 cv (monoturbo) oltre che nella configurazione da 240 cv (biturbo). Per orientarsi tra queste mandrie di cavalli è innanzitutto necessario considerare il contesto prevalente nel quale è destinata a essere utilizzata una vettura, dato che per un uso urbano bastano meno di 100 cv mentre per viaggiare a pieno carico in montagna è necessario poter contare su di una maggiore grinta. Fattori altrettanto rilevanti sono la massa del veicolo, lo stile di guida del conducente e i costi tanto amministrativi quanto di gestione.

FordFocus-002

Esiste la formula perfetta per determinare la “giusta” potenza di un’auto? Probabilmente no, ma per ogni categoria è possibile avvicinarsi all’optimum, tenendo presente che affidarsi a cavallerie sia risicate sia eccessive porta a delle diseconomie. Nel primo caso perché si viaggerà perennemente a tavoletta, consumando come una petroliera e stressando la meccanica, quindi aumentando la frequenza e i costi della manutenzione, nel secondo perché non si sfrutteranno le potenzialità della vettura pur pagando un bollo salato e diventando assidui frequentatori dei benzinai. Ecco la nostra guida alla potenza ideale per ogni segmento del mercato.

CITY CAR – 75 cv
Der neue Volkswagen up!

Destinate a un utilizzo prettamente urbano, sono caratterizzate da dimensioni ridotte – difficilmente superano i 3,7 metri di lunghezza – e pesi contenuti, nell’ordine dei 900 kg. Non nutrono particolari ambizioni in merito alle performance, mentre fanno del risparmio un obiettivo cardine. 75 cv è la potenza perfetta. Volkswagen UP! 1.0, ad esempio, mossa da un 3 cilindri benzina aspirato di 999 cc da 75 cv, scatta da 0 a 100 km/h in 13,5 secondi e percorre mediamente 24,4 km/l. Optando per lo step da 60 cv la percorrenza peggiora (22,7 km/l), a dimostrazione di come la riduzione della potenza non sia sempre garanzia di un vantaggio economico. All’opposto, scegliendo la versione 1.0 TSI – turbo a iniezione diretta della benzina – da 90 cv migliorano sì le prestazioni, lo 0-100 km/h viene infatti coperto in 9,9 secondi, ma si percorrono 22,7 km/l, il prezzo d’acquisto passa da 13.700 a 14.400 euro (allestimento High up!) e il bollo cresce da 142,50 a 171 euro (in Lombardia). Il gioco non vale la candela.

COMPATTE – 90 cv
RenaultClioMY17-002

Delle vere tuttofare, spesso scelte come prima auto dalle famiglie poco numerose. A una buona disponibilità di spazio e a pesi superiori a 1.000/1.100 kg devono abbinare un discreto brio. 90 cv costituiscono la potenza perfetta per scattare, come nel caso di Renault Clio 1.5 dCi, da 0 a 100 km/h in 11,6 secondi percorrendo mediamente 30,3 km/l. Certo è possibile optare per lo step da 75 cv del 1.5 td francese, ma in questo caso la compatta della Losanga passa da 0 a 100 km/h in 14,3 secondi – un tempo lento quanto la quaresima – senza alcun vantaggio in termini di consumi. E guardando alla configurazione top da 110 cv? Il 1.5 dCi percorre 28,6 km/l, il prezzo passa da 18.500 a 19.500 euro (allestimento Intens) e il bollo cresce da 171 a 209 euro (in Lombardia).

BERLINE MEDIE – 120 cv
FordFocus-001

Punto d’arrivo per molti automobilisti, coniugano abitabilità, comfort e attitudine ai viaggi. A una berlina media si chiede tutto, prestazioni incluse. Per questo non può essere lenta quanto Annibale con gli elefanti. 120 cv, nello specifico, garantiscono brillantezza senza svenarsi dal benzinaio, come nel caso della Ford Focus 1.5 TDCI che scatta da 0 a 100 km/h in 10,5 secondi percorrendo mediamente 26,3 km/l. Si possono risparmiare, a parità d’allestimento, 1.000 euro optando per lo step da 95 cv del 1.5 turbodiesel, ma senza alcun vantaggio nei consumi e a fronte di performance sensibilmente inferiori (0-100 km/h in 12 secondi). Il livello di potenza superiore, vale a dire 150 cv, porta in dote un motore di cubatura maggiore (2.0 TDCi) e un passaggio da 0 a 100 km/h in 8,8 secondi – un tempo degno di nota – ma i consumi crescono (25 km/l) al pari del prezzo d’acquisto, da 24.500 a 25.500 euro (allestimento Business), e del bollo (da 228 a 285 euro).

STATION WAGON – 140 cv
OpelAstraSportsTourer-002

Lunghi viaggi e trasferimenti a pieno carico sono il pane di ogni famigliare, chiamata a mantenere sotto controllo i consumi e le spese amministrative. Il livello di potenza ideale si attesta attorno ai 140 cv, sufficienti per uno scatto da 0 a 100 km/h dignitoso, come nel caso dei 10,1 secondi appannaggio della Opel Astra Sports Tourer 1.6 CDTI da 136 cv, forte di una percorrenza media di 25,6 km/l. La versione entry level da 95 cv consuma un po’ meno (26,3 km/l) e costa 23.000 euro anziché 24.500 euro in allestimento Elective, ma le prestazioni sono appena sufficienti: accelera da 0 a 100 km/h in 12,9 secondi. All’opposto, la versione biturbo del 1.6 CDTI, accreditata di 160 cv, è sin troppo esuberante. Passa infatti da 0 a 100 km/h in 8,9 secondi, percorre 23,8 km/l ma, soprattutto, è disponibile solo a partire da 27.100 euro (allestimento Innovation). Il bollo, inoltre, cresce da 258,40 a 304 euro (in Lombardia).

AMMIRAGLIE – 250 cv

Mercedes-Benz S-Klasse, S 350 BlueTEC, Fahrvorstellung in Kanada (2013), Exterieur ; Mercedes-Benz S-Class, S 350 BlueTEC, driving experience in Kanada (2013), exterior;

Manifesto tecnologico oltre che bandiera di ogni costruttore, fanno del blasone, dell’opulenza, della raffinatezza degli interni e delle prestazioni le proprie ragioni di vita. Lunghe oltre 5 metri e pesanti almeno 18 quintali, necessitano di motori performanti. 250 cv, soglia superata la quale scatta il superbollo, costituiscono una base irrinunciabile per non mortificare il fascino di un’ammiraglia. Uno step al quale si avvicina Mercedes-Benz S 350d, mossa da un 6 cilindri a V 3.0 td da 258 cv abbinato a un cambio automatico a 9 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi percorrendo mediamente 18,2 km/l. Prezzi a partire da 93.040 euro e bollo (in Lombardia) di 686,34 euro.

MONOVOLUME – 150 cv
BMWSerie2GranTourer-001

Analogamente alle station wagon, i lunghi viaggi e i trasferimenti a pieno carico sono i terreni d’elezione delle monovolume. Si tratta di auto dedicate alla famiglia, allo sport e in generale a quanti abbiano bisogno d’una generosa abitabilità e di ampio spazio a bordo tanto per le persone quanto per i bagagli. Le prestazioni pure non sono determinanti nelle scelte d’acquisto, ma data la mole dei modelli, difficilmente più leggeri di 1.500 kg e sempre più spesso omologati per 7 passeggeri, la potenza di 150 cv è il minimo per muoversi agilmente. 150 cv che, ad esempio, consentono a BMW Serie 2 Gran Tourer 218d di scattare da 0 a 100 km/h in 9,3 secondi percorrendo mediamente 23,3 km/l. La versione da 190 cv del 2.0 td porta in dote un’iniezione di grinta – da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi – sin troppo marcata rispetto alla destinazione d’uso principale dell’auto, oltre a un prezzo d’acquisto sensibilmente più alto (36.800 euro anziché 33.200 in allestimento Advantage), consumi lievemente superiori (22,2 km/l) e un bollo oneroso: 389,50 contro 285 euro (in Lombardia).

SUV/CROSSOVER – 120 cv
Fiat500X-001

Fenomeno di mercato del momento, specie in versione 2WD, possono contare su dimensioni relativamente contenute, una buona abitabilità per cinque persone e prestazioni in linea con le berline medie. Con queste ultime condividono la potenza “giusta”, vale a dire 120 cv. Fiat 500X, ad esempio, grazie al 4 cilindri 1.6 16V Multijet da 120 cv scatta da 0 a 100 km/h in 10,5 secondi e percorre mediamente 24,4 km/l. Optare per i 95 cv erogati dal 1.3 Multijet, entry level della gamma diesel, significa mortificare le performance – da 0 a 100 km/h in 12,9 secondi – a fronte di consumi identici. All’opposto, per avere a disposizione più grinta è necessario scegliere il 2.0 td da 140 cv abbinato alla trazione integrale, spendendo però 26.600 anziché 24.200 euro (allestimento Cross), pagando un bollo di 266 euro anziché 228 euro e, soprattutto, percorrendo “solo” 20,4 km con un litro di gasolio. La scelta della versione da 140 cv è giustificata dalla necessità di disporre delle 4WD e del cambio automatico, riservati a 500X 2.0 Mjet.

SPORTIVE/COUPÉ – 350 cv

911 Carrera S / 911 Carrera Cabriolet

L’era moderna ha appesantito le sportive: dotazioni di sicurezza sempre più ricche, il massiccio ricorso all’elettronica e interni raffinati hanno spinto verso l’alto l’ago della bilancia, a meno d’optare per supercar tanto elitarie quanto ricercate tecnicamente. Oggi, per vivere emozioni cristalline, sono necessarie potenze superiori al passato. Fatta eccezione per pochi modelli superlight, tipo l’Alfa Romeo 4C (920 kg e 240 cv), 350 cv rappresentano le colonne d’Ercole oltre le quali s’inizia a sognare. Un esempio? La nuova Porsche 911 Carrera, dotata di un 6 cilindri boxer 3.0 biturbo benzina da 370 cv che permette di scattare da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi toccando una velocità massima di 295 km/h nonostante un peso di 1.430 kg. Certo la percorrenza media (12 km/l) e il bollo (2.564,18 euro) fanno tremare i polsi al comune padre di famiglia, ma diventano bruscolini se paragonati ai 102.362 euro necessari per stringere tra le mani il volante dell’icona di casa Porsche.

Articoli correlati

Continua...aperturaberlinemedie

Le migliori berline medie a cinque porte

Fiat Tipo… e le altre.
20 maggio 2016
Continua...Der neue Volkswagen Golf Alltrack

Le migliori station wagon a trazione integrale

Capienti, comode e funzionali, non temono i fondi a bassa aderenza.
04 maggio 2016
Continua...OpelAstraSportsTourer-apertura

Le migliori station wagon di medie dimensioni

Capienti, confortevoli e funzionali, ma non per questo noiose al volante o disgustose alla vista: le moderne famigliari sono...
03 maggio 2016
Continua...MPV-apertura

Speciale MPV: le migliori auto tuttofare

Contaminazione tra wagon e monovolume, massimizzano tanto la capacità di carico quanto l’abitabilità.
20 aprile 2016