Aston Martin Vulcan: James Bond scende in pista

Verrà prodotta in 24 esemplari dedicati esclusivamente all’attività in circuito. La track car inglese adotta un V12 7.0 aspirato da 800 cv. Monoscocca e carrozzeria sono integralmente in carbonio.

E James Bond finì con il perdere la testa per… la pista. Aston Martin, Casa inglese divenuta “fornitore ufficiale” delle vetture dell’agente segreto più famoso al mondo, segue le orme di Ferrari, McLaren e Pagani presentando una hypercar track oriented.AstonMartinVulcan-001Si chiamerà Vulcan, verrà prodotta in 24 esemplari e non sarà omologata per l’utilizzo stradale. Sfiderà avversarie del calibro di Ferrari FXX K, McLaren P1 GTR e Pagani Zonda R grazie al V12 7.0 aspirato di derivazione One-77, accreditato di 800 cv e abbinato a una trasmissione sequenziale a 6 rapporti Xtrac. Al telaio monoscocca e alla carrozzeria integralmente in carbonio si accompagnano i freni carboceramici Brembo forti di dischi anteriori da 380 mm di diametro e posteriori da 360 mm nonché le sospensioni regolabili Multimatic Dynamic Suspension Spool Valve, simili a quanto adottato da Mercedes-AMG GT e Chevrolet Camaro Z/28.AstonMartinVulcan-006Analogamente a Ferrari e McLaren, Aston Martin dedicherà ai clienti sportivi un programma esclusivo d’eventi in pista e corsi di guida con il pilota ufficiale della Casa inglese Darren Turner.