Auto elettriche: la guida definitiva al kilowattora

Se frasi come “ricarica con connettore di Tipo 4 a 50 kW in corrente continua” vi confondono siete nel posto giusto. Una guida semplice e completa a modi e tempi di ricarica delle sempre più popolari auto elettriche

C’era una volta il propulsore termico

Un tempo bastava aprire lo sportellino del carburante e non confondersi tra gasolio e benzina (ma qualcuno c’è riuscito…); per i neo-possessori di un’auto ibrida (plug-in) o elettrica il rifornimento, o meglio la ricarica, non è più così immediato. Già al momento dell’acquisto troviamo sigle come kW o kWh a farci grattare il capo confusi e, una volta rassicurati dal concessionario, ci si trova comunque persi nella giungla di cavi e colonnine con l’ultima speranza di poter ricaricare l’auto con una semplice presa di casa, un po’ come fosse uno smartphone. Con la seguente guida cerchiamo di far luce sulle più arcane sigle legate agli EV (veicoli elettrici) ed i principali sistemi di ricarica. Il tutto, cercando di essere il più chiari possibile.