Le migliori auto elettriche

Le vetture elettriche sono considerate il futuro dell’automobile, ma non hanno ancora riscosso il successo auspicato. Ecco i migliori modelli a zero emissioni, suddivisi per fasce di prezzo.

22 novembre 2017 - 9:11

Un futuro a zero emissioni
L’India sta lavorando a un piano strategico che prevede, entro il 2030, la circolazione delle sole auto elettriche. Allo stesso tempo, la Cina punta con sempre maggiore decisione alla mobilità a zero emissioni e il Vecchio Continente inizia a muoversi: in Olanda è al vaglio una proposta di legge per bandire l’utilizzo dei veicoli a combustione interna a partire dal 2025. Un “taglio” che coinvolgerebbe anche i modelli ibridi, alimentati a gas o ad autonomia estesa. Una rivoluzione. Ma se tali scenari dovessero concretizzarsi, le Case costruttrici sarebbero pronte a soddisfare il boom della domanda di veicoli a zero emissioni? Avrebbero in gamma una varietà di modelli tale da soddisfare le esigenze dei nuovi automobilisti “green”? Non sapendo leggere la sfera di cristallo, e non riuscendo a interpretare i fondi di caffè, ci concentriamo sull’analisi dell’offerta attuale di vetture elettriche. Ecco il meglio del mercato a zero emissioni, suddiviso per fasce di prezzo.


SINO A 30.000 EURO
Citroën E-Méhari – da 26.040 euro

Erede della storica beach car del 1968 e realizzata in collaborazione con Bolloré, specialista nella produzione di accumulatori e vetture a zero emissioni, la E-Méhari – dove la E indica l’alimentazione elettrica – è una piccola cabriolet a quattro posti lunga 3,81 metri, dotata di una capote sintetica a contrasto rispetto alla carrozzeria in plastica termoformata. Gli interni sono spartani, ma impermeabili, e il motore sfrutta una batteria ai polimeri di litio da 30 kWh, ricaricabile in otto ore grazie a una colonnina a 16A oppure in tredici ore ricorrendo a una comune presa domestica.

Accreditata di una velocità massima di 110 km/h a fronte di un’autonomia di 200 km nel ciclo urbano, 100 km fuori città, è un’auto votata al 100% al tempo libero. Il climatizzatore non fa parte della dotazione di serie, mentre gli air bag sono inclusi nell’allestimento speciale Styled by Courrèges (costa 31.700 euro). I prezzi non comprendono il noleggio delle batterie (da 87 euro al mese).


Mitsubishi i-MiEV – 29.900 euro

Gemella di Citroën C-Zero e Peugeot iON, ne condivide la linea gradevole e simpatica, la buona abitabilità per quattro persone, la capacità di carico ridotta e il motore da 67 cv. Le prestazioni sono solo discrete: scatta da 0 a 100 km/h in 15,9 secondi e raggiunge i 130 km/h di velocità massima. L’unica, marginale, differenza rispetto alle sorelle francesi riguarda la percorrenza media dichiarata di 7,4 anziché 7,9 km/kWh. Un dato che non ha ricadute sull’autonomia, anche per i-MiEV pari a 150 km.

Identici i tempi di ricarica – 6 ore con una presa domestica – il peso di 1.120 kg e la trazione posteriore. Inferiore, invece, il prezzo: 29.900 euro contro 30.741 euro pressoché a parità di dotazioni (molto complete).


Renault Zoe – da 31.050 euro

La compatta elettrica francese è sviluppata sulla base del pianale della Clio e può contare su di un notevole spazio a bordo, come testimoniato dall’omologazione per cinque persone e dalla capacità del bagagliaio di 338/1.225 litri. Il motore a zero emissioni è accreditato di 88 o 92 cv e garantisce uno scatto da 0 a 100 km/h in 13,2 secondi. Una prestazione offuscata dal peso della vettura di 1.470/1.480 kg.

La Zoe si riscatta grazie all’autonomia di 240 km in versione base, che diventano 370 o 403 km optando per le varianti Q90 ed R90 con celle da 41 kWh. Ricarica in 7,9 ore per la configurazione da 22 kWh, proposta a 30.500 euro, in oltre 15 ore per le “sorelle” da 41 kWh, forti di un listino prezzi che parte da 33.550 euro. La Renault Zoe raggiunge una velocità massima di 135 km/h.

 


Smart fortwo coupé electric drive – da 23.819 euro

L’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si conferma disponibile anche in versione elettrica. Rispetto alla precedente generazione crescono la potenza, ora di 82 cv, e l’autonomia dichiarata, nell’ordine dei 160 km. Valori che si accompagnano a una coppia di 160 Nm e a una velocità massima limitata elettronicamente di 130 km/h. Degne di nota le prestazioni, dato che la fortwo coupé ED scatta da 0 a 100 km/h in 11,5 secondi.

Dotata di batterie agli ioni di litio da 17,6 kWh, la city car tedesca può essere ricaricata in 6 ore con una comune presa domestica. La novità principale portata in dote dal MY18 è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Prezzi da 23.819 euro (allestimento youngster).


Volkswagen e-UP! – 28.100 euro

La versione a zero emissioni della city car di Wolfsburg adotta un propulsore da 82 cv e 210 Nm di coppia, sufficienti per scattare da 0 a 100 km/h in 12,4 secondi raggiugendo una velocità massima di 130 km/h. L’autonomia si attesta a 160 km. Prestazioni d’alto livello, specie considerando che la Citroën C-Zero, e così la gemella Mitsubishi i-MiEV, non fanno meglio di 15,9 secondi, 130 km/h e 150 km di percorrenza.

Quanto a performance, con 8,5 km/kWh la e-up! conquista il titolo d’utilitaria elettrica più efficiente sul mercato. Nulla può, a confronto, la copia C-Zero e i-MiEV, accreditata di 7,4/7,9 km/kWh. Un primato cui contribuiscono i programmi di marcia Eco ed Eco+ così come quattro modalità di recupero dell’energia in frenata. La ricarica delle batterie al litio può avvenire attraverso la comune rete domestica oppure grazie alle colonnine dedicate (optional), in grado di garantire l’80% d’energia in meno di 30 minuti. Costa 28.100 euro.


DA 30.000 A 40.000 EURO
BMW i3 – da 36.500 euro

Quattro posti, design futuristico, telaio in alluminio e abitacolo in poliuretano termoplastico misto a fibra di carbonio (CFRP) con rivestimenti “eco”. Anticonvenzionale nella linea e nelle finiture, la compatta tedesca pesa 1.205 kg. Un valore degno di nota – specie considerando che una rivale quale la Renault Zoe si attesta a 1.470 kg – cui si accompagna una ripartizione delle masse 50/50 tra avantreno e retrotreno: una caratteristica che tradisce l’indole sportiveggiante della vettura.

Scatta da 0 a 100 km/h in 7,2 secondi e tocca i 150 km/h grazie a un motore da 170 cv e 250 Nm alimentato mediante una batteria agli ioni di litio “annegata” nel sottoscocca, mentre l’autonomia si attesta a 190 km – che diventano 312 km per la versione top di gamma con accumulatori da 94 anziché 60 Ah – e la ricarica richiede otto ore con una presa domestica a 16A. La trasmissione è monomarcia, la trazione posteriore. Costa 36.500 euro (37.950 euro la variante a 94 Ah).


Citroën C-Zero – 30.741 euro

Le dimensioni della city car elettrica francese, “gemella” della Peugeot iON (non più a listino), sono pressoché identiche all’utilitaria a benzina Citroën C1, mentre il bagagliaio ha una capienza limitata (166 litri), inferiore alla citata “cugina” a motore termico (196 litri con quattro persone a bordo). In compenso, l’abitabilità è buona e il motore da 67 cv – una potenza modesta – garantisce un’autonomia di 150 km.

Le prestazioni sono solo discrete: scatta da 0 a 100 km/h in 15,9 secondi e raggiuge i 130 km/h. Forte della trazione posteriore, si ricarica in sei ore con una comune presa domestica e pesa 1.120 kg. Costa 30.741 euro nell’unico allestimento disponibile (Séduction), completo di ABS, ESP, 4 air bag, cerchi in lega, climatizzatore semiautomatico, fendinebbia e radio CD/MP3 con connettività USB/Bluetooth.


Hyundai Ioniq Electric – da 36.750 euro

La berlina coreana è la prima vettura al mondo disponibile in tre configurazioni sostenibili: ibrida, ibrida plug-in ed elettrica. La Electric, nello specifico, adotta batterie da 28 kWh che promettono un’autonomia di 280 km a ogni ricarica. Dotata di un motore a zero emissioni da 120 cv e 295 Nm di coppia, può contare su di un vano di carico dalla capienza compresa tra 350 e 1.410 litri. Valori non troppo distanti da quanto garantito da un’auto tradizionale e ottenuti grazie al posizionamento delle celle sotto ai sedili posteriori.

Alla strumentazione digitale si accompagnano una ricca dotazione di sicurezza e un moderno sistema multimediale forte della connettività Android Auto e Apple Car Play per un dialogo privilegiato con gli smartphone. In concessionaria con prezzi da 36.750 euro.


Kia Soul Eco Electric – 37.000 euro

È la prima elettrica Kia commercializzata in Europa. Sviluppata sulla base della compatta coreana ristilizzata nel 2014, promette un’autonomia di 212 km: una percorrenza in linea quando non superiore alle principali rivali, a fronte di un propulsore pimpante, accreditato di 110 cv e 285 Nm. Adotta un pacco batterie al litio e accorgimenti volti a massimizzare il risparmio della carica quali la climatizzazione per il solo guidatore qualora viaggi in solitaria, quattro modalità di recupero dell’energia nelle fasi non di carico del motore e il preriscaldamento delle celle.


Scatta da 0 a 100 km/h in 11,2 secondi e raggiungere una velocità massima di 145 km/h. La rigenerazione delle batterie può avvenire in 5 ore attraverso una presa di corrente a 16 Ampere e la garanzia è identica al resto della gamma Kia: 7 anni o 150.000 km. Costa 37.000 euro.


Nissan Leaf – da 37.490 euro

La terza generazione della berlina compatta nipponica si rinnova secondo i canoni estetici del più recente family feeling Nissan. Attesa in Italia all’inizio del 2018, potrà contare su di un abitacolo moderno, 378 km di autonomia – in passato 250 km – e sul sistema di guida assistita ProPilot. Alle batterie da 30 kWh caratteristiche della precedente generazione si sostituiscono le nuove celle al litio da 40 kWh collocate sotto ai sedili e abbinate a un rinnovato powertrain da 150 cv e 320 Nm di coppia.

Invariata la velocità massima, autolimitata a 144 km/h, mentre la lunghezza cresce di 4 cm e in abitacolo debutta un display touch da 7 pollici, parte integrante del sistema multimediale compatibile con gli standard Apple CarPlay e Android Auto per un dialogo privilegiato tra vettura e smartphone. Prezzi da 37.490 euro per la ricca versione di lancio 2.Zero.


Volkswagen e-Golf 5p. – 39.600 euro

La media a zero emissioni di Wolfsburg è mossa da un motore elettrico da 136 cv e 290 Nm che le consente di scattare da 0 a 100 km/h in 9,6 secondi, mentre la velocità massima è autolimitata a 150 km/h. Disponibile esclusivamente a cinque porte, adotta un pacco batterie al litio annegato nel pianale da 35,8 kWh. L’autonomia si attesta a 300 km. I punti di forza della e-Golf sono l’abitabilità, identica al modello tradizionale, e la ricca dotazione di serie.

Al sistema multimediale Discover Pro, forte dei comandi gestuali, della ricarica induttiva dei device portatili, di un display da 9,2 pollici e dell’interazione con gli smartphone Android e iOS, si accompagnano plus hi-tech quali la strumentazione integralmente digitale, il riconoscimento della segnaletica stradale, il cruise control adattivo e la frenata automatica d’emergenza con rilevamento dei pedoni. Unica smagliatura, la capacità di carico scende dai 380/1.270 litri appannaggio delle Golf standard a 343/1.233 litri. Prezzo di 39.600 euro.


OLTRE 40.000 EURO
Mercedes-Benz B250 e – da 41.680 euro

La monovolume della Stella è dotata di un motore a zero emissioni da 180 cv e 340 Nm di coppia, scatta da 0 a 100 km/h in 7,9 secondi e può contare su 200 km d’autonomia. Valori degni d’attenzione considerando la mole della vettura, pesante 1.725 kg. Oltre alla modalità di guida Sport, sono disponibili i programmi di marcia Economy ed Economy Plus che favoriscono il mantenimento della carica delle celle al litio – garantite 8 anni o 100.000 km – “annegate” nel pianale.

La presenza delle batterie non inficia la disponibilità di cinque posti né la capienza del bagagliaio, compresa tra 501 e 1.456 litri. Al sistema opzionale Range Plus, che porta in dote un’autonomia di 230 km anziché gli originari 200 km, la vettura affianca una raffinata tecnologia per il recupero dell’energia che si affida ai dati raccolti dal sistema di prevenzione delle collisioni – basato sulla presenza del radar all’avantreno – ottimizzando rendimento e consumi. Prezzi da 41.680 euro.

Tesla Model S – da 86.700 euro

Elettrica. Spaziosa. Elegante. Con la scocca in alluminio e cinque posti comodi cui aggiungere due strapuntini, disposti in senso opposto alla marcia, adatti a ospitare solamente dei bambini non più alti di 135 cm. La grande berlina Tesla è disponibile a trazione sia posteriore sia integrale: in quest’ultimo caso – unica opzione per il mercato italiano – è presente un secondo motore elettrico, collocato in corrispondenza delle ruote anteriori.

Potenze comprese tra 333 e 611 cv. La versione “base”, dotata di un pacco batterie da 75 kWh, scatta da 0 a 100 km/h in 5,4 secondi, pesa 2.100 kg e percorre 490 km con una ricarica. La top di gamma P100D tocca i 250 km/h (autolimitati) e passa da 0 a 100 km/h in 2,7 secondi. Prezzi da 86.700 euro (Model S 75D).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fiat Concept Centoventi, frontale, Salone di Ginevra 2019

Fiat Centoventi, 500 elettrica e le altre novità Fiat in arrivo

tutor ok

Tutor di nuovo attivo entro pochi giorni. La Cassazione dà ragione ad Autostrade

dodge_viper_rt_10 rossa

Youngtimer – Dodge Viper, storia della supercar che non c’è più. Purtroppo