I consumi veri delle auto: la classifica della #TheHundREDchallenge

Ecco quanto consumano – davvero – le auto provate da Red-Live su un percorso di 100 km

Qual è la domanda più comune che si pone, quando si parla di auto (a meno di essere dei privilegiati, ovviamente)? Questa: “Quanto consuma davvero?” Certo, esistono i cicli di omologazione, ogni Casa dichiara dei dati dettagliati, ma non è un mistero che si tratti di valori spesso lontani dalla realtà. A dire il vero, il ciclo di omologazione europeo WLTP restituisce valori molto più realistici rispetto a quelli che le Case dichiaravano sulla base del protocollo NEDC. Tuttavia, siamo ancora lontani dai consumi reali.

Tuttavia, delle differenze ci sono ancora, molto spesso. E noi, per darvi una risposta quanto più possibile vicina alla realtà (anche se poi, ognuno di noi, tra stile di guida e percorsi che affronta, otterrà sempre risultati differenti), ci siamo inventati la #ThehundREDChallenge. Un test a cui abbiamo sottoposto le auto che trovate nella tabella qui sotto. E al di sotto della tabella trovate tutti i dettagli della prova.

Tabella risultati - The HundRED Challenge

MARCA        MODELLOCILINDRATACONSUMO rilevatoCONSUMO DICHIARATO (ciclo combinato)AUTONOMIA REALEPOTENZA CVCOPPIA NmSEGMENTOALIMENTAZIONECAMBIOTRAZIONETEMPERATURAMETEO
MAZDACX-30 SKYACTIV-X2 litri16,2 km/l20,4 km/l179224C-SUVBA4 WD18°Cpioggia
NISSANLEAF6 km/kWhn.d.oltre 300 km218320CEA2 WD27°Csoleggiato
RENAULT ZOE6,4 km/kWh17,7 kWh/100 kmoltre 300 km136245BEA2 WD21°Cnuvoloso
RENAULT CAPTUR1.5 litri16,8 km/l24,4 km/l115260B-SUVDA2 WD27°Cpioggia
MAZDA 21.5 litri21,27 km/l18,9 km/l99148BM-HM2 WD34°Csoleggiato
MERCEDESA 250e1.3 litri74,6 km/l90,9 km/l218450CPHEVA2WD27°soleggiato
PEUGEOT 2081,2 litri17,7 km/l23,8 km/l100205BBM2WD27°nuvoloso
KIA e-Niro (64 kWh)7,19 km/kWh15,7 kWh/100 km446 km204395C-SUVEA2WD33°soleggiato
PEUGEOT 30081,6 litri84,4 km/l66,7 km/l300300C-SUVPHEVA4WD29°soleggiato
HONDAJAZZ1,5 litri24,6 km/l25,6 km/l109114BBHEVA2WD25°soleggiato
NISSANJUKE1 litro16,8 km/l20,8 km/l117200B-SUVBA2WD20°nuvoloso
TOYOTA C-HR2 litri21,4 km/l25 km/l184190C-SUVBHEVA2WD13°soleggiato
HYUNDAI i101 litro20,8 km/l22,7 km/l6796CitycarBM2WD12°nuvoloso
ALFA ROMEOGiulia Veloce Ti Q42.2 litri16,4 km/l19,6 km/l210470Berlina - DDA4WD11°soleggiato
MAZDAMX-305,4 km/kWh19 kWh/100 km190 km143265C-SUVEA2WD13°nuvoloso
SUZUKISwift1.2 litri22,7 km/l24,4 km/l90107BBA (CVT)2WD15°nuvoloso
DACIADuster1.0 litri12,7 km/l8 l /100 km100160C-SUVGM2WD11°nuvoloso
FIATPanda Hybrid1.0 litri23.325 km/l6992ABM2WD7soleggiato
SUZUKIIgnis1.2 litri23.882107ABM2WDpioggia
MERCEDESGLB 2001.3 litri14,3 km/l17,2 km/l163260C-SUVBA2WDsoleggiato

Il tragitto su cui si articola il nostro test consumi reali è lungo 100 km esatti e prevede partenza e arrivo a Rho (provincia di Milano), dove ha sede Red. Un giro che comprende tutte le tipologie di percorso. Autostrada (30% dei chilometri totali) con tratti a 130 (60%) e altri a 110 kmh (40%) di velocità costante. Strade extraurbane (40%), quindi 90 e 70 kmh di velocità. E naturalmente la città (30%).

Come si consuma meno carburante in auto? Lo stile di guida

Uno dei fattori che più influisce sui consumi reali di un’auto (e di qualsiasi veicolo) è senza dubbio lo stile di guida. Nel dettaglio, il modo in cui si usano gas e freno. Per questo motivo ci siamo dati delle regole ben precise: quattro, per la precisione. La prima è quella di attenersi ai limiti di velocità.

La seconda è quella di evitare accelerazioni brusche. La terza: avere “occhio lungo” per rallentare dolcemente, evitare inefficienti frenate brusche e altrettanto inefficienti accelerate. La quarta: la #ThehundREDChallenge non è un’economy run. Ciò significa che, nel rispetto delle prime tre regole, non si deve mai essere un “ostacolo” per il flusso del traffico. Allo stesso modo, però, sono da evitare sorpassi, se non quando proprio indispensabili.

Una prova più vicina possibile alla realtà

Viaggereste, in piena estate con 30/35°C di temperatura esterna, con il climatizzatore spento? E in inverno, viaggereste senza l’aria calda, quando fuori ci sono 1 o 2°C? Immaginiamo di no. Ecco perché abbiamo deciso di effettuare la prova dei consumi reali con il climatizzatore impostato sui 22°C.

Ovviamente, effettuare la prova con 18-20 gradi nell’aria rappresenta un indubbio vantaggio, rispetto a un test condotto quando fuori ci sono 35°C. Per questo motivo, nella tabella che trovate qui sopra, fra i vari parametri trovate anche le condizioni meteorologiche incontrate nel corso di ogni test.