Coronavirus, come ci sposteremo nella Fase 2: le prime ipotesi

Molte le idee al vaglio, fra cui ingressi contingentati nei mezzi pubblici. E c'è chi pensa alle bici (ma non in Italia, per ora)

16 aprile 2020 - 15:54

Ne avrete sentito sicuramente parlare: la Fase 2. Cioè, il lento, graduale ritorno alla vita sociale e lavorativa dopo il lockdown imposto dalla diffusione del Covid-19. Avrete anche sicuramente capito che molte nostre abitudini dovranno cambiare. Fra queste, il modo di recarci al lavoro, specialmente per chi vive in città.

Di questo ha parlato il Ministro Paola De Micheli alla trasmissione radiofonica Un Giorno Da Pecora. L’intervista è di tre giorni fa, ma non ha avuto un grande spazio (monopolizzato, come comprensibile, dai dati relativi al contagio e alle vittime). Vale dunque la pena tornarci, allargando poi lo sguardo a ciò che sta accadendo in alcuni Paesi stranieri.

Commenta per primo