Coronavirus, Ferrari e FCA pronte a produrre ventilatori

Obiettivo della proposta: aiutare Siare, azienda specializzata, a raddoppiare la produzione, passando da 150 a 300 respiratori alla settimana.

Non si tratta di una riconversione, come accadde in tempo di guerra e come sta pensando di fare Donald Trump con alcune aziende USA, ma di una partecipazione esterna. Ferrari, Fca e Magneti Marelli stanno valutando con la Siare Engineering International di Bologna, azienda leader nella produzione di macchine per la ventilazione, come contribuire ad aumentare la produzione di questi apparecchi salvavita.Sembra che le ipotesi al vaglio siano due: supportare Siare nella logistica e con i fornitori, ottimizzando i processi produttivi e, di conseguenza, favorendo la produzione; esternalizzare parte del processo produttivo di alcuni componenti negli stabilimenti delle due case.Italia ancora una volta esempio e capofila per l’Europa, dove solo la Gran Bretagna ha ipotizzato operazioni simili.