Ford S-Max 2015: evoluzione familiare

L’erede della monovolume sportiva S-Max punta su abitabilità, comfort, ricchezza delle dotazioni e sicurezza. Disponibile a 5 o 7 posti, è mossa da un 2.0 td da 120, 150 o 180 cv e dai 4 cilindri turbo benzina 1.5 da 160 cv e 2.0 da 240 cv

27 settembre 2014 - 20:09

Ford creò la prima monovolume sportiveggiante. La prima in grado di abbinare piacere di guida ed esigenze familiari. Da quel momento in poi le imitazioni, e variazioni sul tema, sarebbero divenute una miriade, alla perenne ricerca di… tutto. Spazio, capacità di carico, comfort, prestazioni e feeling al volante. A S-Max resta l’orgoglio di essere stata la capostipite, e migliore interprete, del segmento. Ora, però, è tempo di guardare al futuro. Strizzando l’occhio alle famiglie.

Realizzata sulla base di una nuova piattaforma, l’S-Max 2015 conferma la disponibilità di 5 o 7 posti privilegiando aspetti quali il comfort e l’abitabilità rispetto alla sportività del precedente modello. Lo spazio interno diviene configurabile in 32 modi diversi grazie all’inedito sistema Easy-Fold che permette di ripiegare i sedili variando a piacimento il rapporto tra passeggeri e bagagli, mentre appare curatissimo il reparto sicurezza, dato che ai fari adattivi a LED con abbaglianti anti accecamento si accompagnano la frenata automatica in vista di una collisione imminente, il cruise control adattivo – in grado di variare la velocità in base ai limiti rilevati –, il sistema semi automatico di parcheggio, l’avviso d’ostacolo in corrispondenza dell’angolo di visuale cieco, il riconoscimento della segnaletica, l’avvertimento di superamento involontario della corsia di marcia, gli air bag laterali anche per la seconda fila di sedili e il monitoraggio della stanchezza del conducente. Una vera e propria cassaforte a quattro ruote!

Le principali novità tecniche sono legate al debutto della trazione integrale e dello sterzo a servoassistenza e demoltiplicazione variabili. Sotto il cofano trovano spazio un classico 4 cilindri 2.0 TDCi in configurazione da 120 cv – con cambio manuale a 6 marce – o da 150 e 180 cv – con trasmissione manuale o a doppia frizione a 6 rapporti –, mentre optando per i 4 cilindri turbo a iniezione diretta di benzina è possibile scegliere il nuovo 1.5 da 160 cv oppure il noto 2.0 da 240 cv. Per tutti recupero dell’energia in frenata, griglia anteriore a profilo variabile e Start&Stop. Immancabile il sistema multimediale SYNC 2 corredato di schermo touchscreen da 8 pollici che permette di gestire vocalmente, oltre all’impianto audio e ai dispostivi collegati mediante USB o Bluetooth, sia il navigatore satellitare sia il climatizzatore. Navigatore che evidenzia gli incroci, legge a voce i nomi delle strade, mostra in 3D le uscite autostradali e integra le Guide Michelin. Un esempio di gestione vocale? Dire “ho fame” permette di accedere a un elenco di ristoranti nelle vicinanze, mentre pronunciando le parole “ho caldo” viene attivato il climatizzatore. Come avere un maggiordomo a bordo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Peugeot 3008 GT Hybrid4 e 508 Hybrid
arrivano le ibride plug-in

Mitsubishi New Gen L200, prezzi da 24.836 euro

porsche taycan bianca e blu

Auto elettriche, aumenta l’offerta, calano i costi