Honda Civic Tourer

È la wagon di medie dimensioni più capiente sul mercato: il bagagliaio è tanto ampio da annichilire persino familiari di categoria superiore. La modularità degli interni, degna di una monovolume, si accompagna a sospensioni adattive al retrotreno

La forma piegata alla sostanza. Il design adattato alla praticità. Civic Tourer, wagon di medie dimensioni che Honda presenterà a settembre al Salone di Francoforte, è l’emblema della funzionalità. Capiente, spaziosa, modulare, offre svariate opzioni di carico. La linea risente di tale vocazione: all’aggressività di alcune rivali, ad esempio la neonata Seat Leon ST, preferisce un layout filante incentrato sull’elemento protagonista indiscusso della vettura: la coda.

Con 624 litri con 5 persone a bordo, Civic Tourer può contare sulla capacità di carico più generosa della categoria. Nessun’altra wagon di lunghezza prossima a 4,5 metri ne avvicina la capienza. Le rivali dirette Ford Focus Wagon e Hyundai i30 Wagon fanno registrare rispettivamente 490 e 528 l. Analogo discorso qualora si prendano in esame Kia Cee’d Sportswagon (528 l), Opel Astra Sports Tourer (500 l), Peugeot 308 SW (520 l) e persino la più grande Skoda Octavia Wagon (610 l e 466 cm di lunghezza). La wagon nipponica sconfigge altresì la primatista del segmento, ovvero Volkswagen Golf Variant (605 l), andando ad annichilire persino familiari di categoria superiore quali Audi A4 Avant (490 litri), BMW Serie 3 Touring (495 l), Ford Mondeo SW (549 l), Mercedes Classe C SW (485 l) e la “sorella maggiore” Accord Tourer (395 l).

Sviluppata e progettata in Europa, condivide con la berlina 5 porte dalla quale deriva il collocamento del serbatoio del carburante sotto i sedili anteriori. Soluzione che consente, una volta abbattuto il divanetto frazionabile 40/60, di espandere la già eccezionale capacità di carico sino a 1.668 litri: un valore decisamente elevato che s’accompagna a soluzioni funzionali quali la disponibilità di un sottofondo e la possibilità di rialzare i cuscini posteriori onde caricare oggetti particolarmente alti oppure sfruttare lo spazio a disposizione anche qualora l’accesso dal portellone risulti limitato.

La neonata Honda Ciciv Tourer sarà equipaggiata con un 4 cilindri 1.6 td da 120 cv o un quadricilindrico 1.8 a benzina a fasatura variabile da 141 cv. Quest’ultimo abbinabile a un cambio manuale a 6 rapporti oppure a una trasmissione automatica a 5 marce del tipo mediante convertitore di coppia. Curiosamente, non sarà disponibile il 2.2 td da 150 cv appannaggio di Civic 5 porte, garante di una coppia superiore al 1.6 td (35,7 kgm anziché 30,6). 1.6 td, nel dettaglio, interamente realizzato in alluminio e caratterizzato da una meticolosa riduzione degli attriti interni. Il vero plus tecnologico della vettura consiste però nelle sospensioni adattive al retrotreno, forti di tre setup: Comfort, Normal e Dynamic. Una dotazione tecnica che promette d’adeguare la taratura degli ammortizzatori posteriori tanto allo stile di guida del conducente quanto ai carichi a bordo.