Lotus: nel 2019 la prima SUV

La Casa inglese promette di ridare vita al progetto APX. La nuova crossover verrà prodotta in Cina, sfiderà “mostri sacri” quali Porsche Macan e adotterà motori sovralimentati a benzina.

3 maggio 2015 - 22:05

Parole, parole, parole, soltanto parole, parole tra noi. Che Mina avesse dedicato una delle proprie canzoni più celebri al brand Lotus? La Casa di Hethel, dopo aver annunciato nel recente passato una serie di mirabolanti novità, tra le quali la rinascita della supersportiva Esprit, non è approdata a nulla. Ad oggi, la gamma vive delle inossidabili Elise ed Exige, della controversa Evora e… di mille promesse. Ultima delle quali la costruzione di un’inedita SUV, prodotta nientemeno che in Cina!

Si candiderebbe ad avversaria della Porsche Macan e dovrebbe essere una crossover dall’impostazione decisamente sportiva. Attesa al debutto nel 2019, ambirebbe a divenire la Lotus più venduta di sempre oltre che una delle all terrain più leggere mai progettate. Tanto che, nei corridoi della factory inglese, si vocifererebbe addirittura di un peso contenuto in 1.600 kg: oltre 200 kg in meno rispetto alla “piccola” SUV di Stoccarda. Al momento non sarebbe prevista una motorizzazione diesel; verrebbero anzi “rispolverati” i quattro cilindri 1.8 benzina sovralimentati di derivazione Toyota e il V6 3.5 Supercharged da 350 cv attualmente in dotazione a Exige S ed Evora S. L’alimentazione ibrida non sarebbe esclusa, mentre è una certezza la trazione integrale.

La produzione, come accennato, avverrà in Cina grazie alla joint venture con il brand locale Goldstar. Non si tratta della prima volta che Lotus si cimenta nel tema crossover. Nel 2006, in occasione del Salone di Ginevra, la Casa inglese propose la concept APX (Aluminium Performance Crossover) caratterizzata da 7 posti, 4WD, motore V6 3.0 sovralimentato mediante compressore volumetrico da 300 cv e telaio in alluminio. Pesava 1.570 kg e scattava da 0 a 100 km/h in 5,4 secondi, raggiungendo una velocità massima di 245 km/h. Prestazioni tuttora degne del massimo rispetto e perfettamente in linea con quanto garantito da Porsche Macan S. Considerando inoltre che nel 2007 la show car APX venne presentata anche in versione elettrica, in grado di erogare 324 cv, percorrere mediamente 560 km ad ogni ricarica e scattare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi, il progetto Lotus appare – per una volta – tutt’altro che campato per aria.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

3T e BMW
Insieme per pedalare

Volkswagen e-bulli

Volkswagen e-Bulli, così è nato l’elettrico da 64.900 euro

DS aero sport lounge concept 2020

DS Aero Sport Lounge
un concept che anticipa il futuro