Mazda CX-5 2020, disattiva i cilindri e taglia i consumi. Da 32.350 euro

Rivista leggermente l’estetica, nuovo lo schermo dell’infotainment e 9% di efficienza in più per il 2.0 a benzina

12 maggio 2020 - 11:20

Gli aggiornamenti estetici li coglie solo un occhio attento, ma le modifiche apportate da Mazda al CX-5, il SUV medio della propria gamma, vanno ben al di là del look. Interessano la connettività, i motori e gli interni. Eccoli in dettaglio.

DUE CILINDRI IN MENO (SE NON SERVONO)

La tecnologia della disattivazione dei cilindri non è nuova, né rivoluzionaria. Fa parte però di quei numerosi accorgimenti che, tutti insieme, contribuiscono a ridurre consumi ed emissioni inquinanti. Del 9%, di preciso, nel caso del 2.0 litri da 165 cv a benzina che, in abbinamento al cambio manuale, è ora dotato, appunto, del sistema di disattivazione cilindri.

Lo stesso sistema di disattivazione è presente anche sul motore benzina di 2.5 litri da 194 cv disponibile con cambio automatico e trasmissione AWD. Quanto ai diesel, confermato il 2.2 biturbo con potenze di 150 cv e 380 Nm di coppia (versioni 2WD), e di 184 CV e 445 Nm di coppia (versioni AWD).

CAMBIA DOVE SERVIVA DI PIÙ

Per il resto, il lavoro di “affinamento” applicato alla CX-5 Model Year 2020 lo si rtirova nei nuovi badge identificativi. Dentro, il sistema infotainment Mazda Connect dispone ora di un nuovo display da 8” a colori e dell’illuminazione a LED per l’intero abitacolo. Nuova inoltre è la chiave di accesso, che riprende lo stile di quella utilizzata per la CX-30 e la Mazda3. Ultimo ma non meno importante, viene evoluto il sistema di frenata di emergenza automatico in città, ora dotato della nuova funzione di riconoscimento dei pedoni durante la guida notturna.

DA POCO PIÙ DI 30.000 EURO

La Mazda CX-5 MY2020 è già ordinabile in tutti gli showroom Mazda (che hanno riaperto di recente) con prezzi che partono da 32.350 euro per la versione Business 2.0L benzina 165 CV 2WD cambio manuale e disattivazione cilindri, fino a 44.760 euro per la versione Signature 2.2L diesel 184 CV 4WD con cambio automatico. Se invece volete risparmiare qualcosa, ma volete comunque una CX-5, sappiate che Mazda ha da poco lanciato un’iniziativa molto interessante sull’usato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dacia Duster GPL

Dacia Duster a GPL, ecco perché conviene già dopo “pochi” km. La prova

Novità Tesla Arcade: è in arrivo il poker

Nuova Volkswagen Golf 8, la prova (tre quarti anteriore)

Le auto più vendute d’Europa ad aprile