Mazda CX-50, un “assaggio” dei futuri SUV CX-60 e CX-80

Costruito negli USA, da noi non verrà commercializzato. Anticipa però le linee dei futuri SUV Mazda di grandi dimensioni

Guardatela bene, la CX-50, perché le sue linee sono un’anticipazione di ciò che saranno i SUV Mazda nei prossimi anni. Un futuro che però – in linea con la filosofia della Casa giapponese – non rinnega il passato. Ma andiamo con ordine: la Casa giapponese ha infatti annunciato l’arrivo di CX-60, con due file di sedili, e di CX-80 a tre file, che si posizioneranno al di sopra della CX-5 e segneranno l’introduzione in Europa dei powertrain ibridi plug-in benzina-elettrico. Sì all’elettrificazione, dunque, ma nessuna “fuga” in avanti con dichiarazioni che mettono fine, entro una certa data, ai motori a combustione interna. Su CX-60 e CX-80 verrà persino offerto un propulsore Skyactiv-X a sei cilindri in linea con accensione per compressione di nuova generazione e un Diesel (sì, avete letto bene) Skyactiv-D.

SUV Mazda_CX-50

CX-50: destinata agli USA

Tornando alla CX-50, si tratta del nuovo SUV Mazda progettato esclusivamente per il mercato nordamericano. Sarà il primo modello Mazda costruito nel nuovo stabilimento della Mazda Toyota Manufacturing (MTM) di Huntsville, in Alabama. L’inizio della produzione della Mazda CX-50 è in calendario per gennaio 2022: una volta in listino, si aggiungerà alla gamma statunitense ponendosi al di sopra della Mazda CX-5. CX-50 condivide la piattaforma con la Mazda3 e la Mazda CX-30, e sarà inizialmente spinta da uno dei due motori a benzina Skyactiv-G 2.5, cui farà poi seguito l’elettrificazione. Come si capisce dalle foto, il fuoristrada non è terreno nemico per questo SUV Mazda, che grazie all’i-Activ AWD e al Mazda Intelligent Drive Select (Mi-Drive), offre diverse modalità di guida per adattarsi anche ai fondi difficili condizioni.

SUV Mazda_CX-50

Mazda e Toyota si alleano per le sfide future

Quanto a MTM, si tratta di una joint venture paritetica tra Mazda e Toyota e ha una capacità produttiva annua di 300.000 veicoli (150.000 unità ciascuna). La MTM è stata concepita come parte di una più ampia collaborazione fra Mazda e Toyota che include lo sviluppo condiviso di tecnologia per veicoli elettrici, auto connesse e sistemi di sicurezza avanzati.