Mazda MX-5 2019, più cavalli e sicurezza

Il model year 2019 della roadster jap aggiunge 24 cv al 2 litri benzina e una serie di novità nella sicurezza. Per una roadster ancora più “jinba ittai”

Mazdisti, fate festa: la Mazda MX-5 2019, oltre a nuovi tocchi stilistici, porta in dote una serie di modifiche che la rendono, a detta della Casa di Hiroshima, ben più interessante da guidare rispetto al passato. Novità che riguardano, naturalmente, sia la versione con capote morbida sia la RF con tetto rigido.Mazda MX-5 2019 lateraleBen 24 cv in più per la 2.0Prima di tutto, il motore. Se entrambi i cuori 1.5 e 2.0 (in regola ora con la Euro 6d Temp) conquistano una legge di funzionamento del pedale del gas rivista e più pronta, è solo il 2 litri Skyactiv-G a beneficiare di una sostanziosa iniezione di potenza. Si passa dagli attuali 160 a ben 184 cv a 7.000 giri, mentre la coppia cresce di 5 Nm per arrivare fino a quota 205 Nm a 4.000 giri. Il regime di rotazione è ora più elevato (da 6.800 a 7.500 giri) e la sonorità di scarico e aspirazione è stata rimodulata.Più sicura e leziosaNon mancano nemmeno cinque sistemi di sicurezza inediti per la roadster giapponese: la Mazda MX-5 2019 conquista infatti l’Advanced SCBS, che rileva veicoli e pedoni e aiuta a evitare eventuali incidenti, e l’SCBS Reverse, capace di riconoscere veicoli e ostacoli in retromarcia. Da segnalare anche il sistema anti-distrazione per il conducente, il riconoscimento dei segnali stradali e la telecamera posteriore. Dulcis in fundo, la Mazda MX-5 2019 beneficia anche di cerchi in lega dalla tonalità più scura e di una nuova capote in tela marrone per i modelli a tetto morbido. Per vederla in concessionaria e poterla toccare con mano bisognerà però attendere ottobre.