Mercedes EQS, auf wiedersehen Tesla, ora ci sono io…

Si posiziona al livello della Classe S, ma su una base inedita, a zero emissioni locali, con un design più azzardato e tantissima tecnologia

Velocissima, non solo sul dritto

Per il test ho scelto di guidare l’attuale top di gamma, la 580 4Matic. Un’auto che oltre a prendere velocità come una moto sportiva, cosa che ti aspetti da un’elettrica, sa anche essere molto rapida in curva. Certo, il misto stretto e i cambi di direzione più impegnativi non sono il suo forte, ma quando la strada si “distende” un po’ e i tornanti lasciano posto a lunghe curve in appoggio, con la Mercedes EQS si toccano velocità di percorrenza pazzesche e i tratti rettilinei fra una e l’altra sembrano sempre più corti di quanto siano in realtà. Per chi poi fosse a caccia di emozioni forti, più avanti arriverà la sportiva AMG da 761 CV: 250 km/h e 0-100 km/h in meno di 4 secondi.

Quanto alla gamma, al lancio sono due le varianti: Mercedes EQS 450+ (333 CV e 568 Nm) ed EQS 580 4Matic (524 CV e 855 Nm, doppio motore). Per entrambe la batteria è da 107,8 kWh e la velocità massima è pari a 210 km/h autolimitati. Lo scatto da 0 a 100 km/h richiede 6,2 secondi per la 450+, 4,3 secondi per la 580 4Matic. La ricarica può avvenire con sistemi rapidi fino a 200 kW per ottenere fino a 300 km di autonomia in 15 minuti.

Mercedes EQS prova