Nuova Mercedes GLE Coupé contro Audi Q8, BMW X6, Porsche Cayenne Coupé

28 agosto 2019 - 16:59

Quando devi conciliare il piacere di guida con il comfort e il peso supera di slancio i 2.000 kg, non puoi che affidarti a sospensioni attive, capaci cioè di modificare la risposta in base alle condizioni della strada, allo stile di guida o della richiesta specifica del guidatore. Tutte e quattro le SUV Coupé qui esaminate ne sono dotate (anche la X6, pur in assenza della rete elettrica di bordo a 48V). Nello specifico, la Cayenne può avere le molle ad aria, le barre antirollio attive (PDCC), le quattro ruote sterzanti e il differenziale posteriore attivo, capace di suddividere in modo asimmetrico la coppia che fluisce sulle ruote posteriori. Sterzata integrale e assetto adattivo M Professional sono disponibili per la X6, così come il differenziale posteriore autobloccante e le sospensioni pneumatiche che permettono di alzare o abbassare la vettura fino a 8 cm. Sulla GLE Coupé il sistema di gestione del telaio si chiama E-Active Body Control e comprende le sospensioni a controllo elettronico a smorzamento continuo, che includono un rapporto di sterzo più diretto. Quanto alla Q8, anche qui non manca nulla: 4 ruote sterzanti, molle ad aria e ammortizzatori pneumatici che possono portare l’altezza da terra fino a 25 cm da terra.

Commenta per primo