Pambuffetti PJ-01, supercar italiana da sogno

Leggera, estrema, concepita per la pista, si avvicina più a una monoposto da corsa che a una sportiva, anche la più esasperata

Non fatevi condizionare dal suo nome: la Pambuffetti PJ-01 è una supercar che fa molto sul serio e, non a caso, è stata ammirata almeno tanto quanto Bugatti e Pagani, al MIMO 2021. A volerla, Yuri Pambuffetti: appassionato di track day (ma non di gare), a un certo punto realizza che l’auto per girare in pista con gli amici, l’auto che rispecchi esattamente i suoi desideri, sul mercato non c’è. Che fare dunque? Accontentarsi? Mai. Non Pambuffetti, che la supercar decide di farsela in casa. Lunga 4,7 metri, la PJ-01 è stata disegnata ispirandosi alle monoposto da competizione (le F3000 nello specifico).

La forma segue la funzione

E quali sono le due caratteristiche principali di una monoposto? Leggerezza e carico aerodinamico. Ecco dunque un larghissimo utilizzo di materiali compositi (per la carrozzeria e parte del telaio, per esempio) e uno studio maniacale dell’aerodinamica, con ampie aperture nel frontale che convogliano l’aria attorno e sotto la Pambuffetti alla ricerca del massimo carico verticale con la minima resistenza all’avanzamento.

Non meno corsaiole le sospensioni, che vantano uno schema push rod con puntoni e rockers, mentre ammortizzatori e barre antirollio sono regolabili; non manca il lifting system sull’anteriore per affrontare le rampe senza patemi. Quanto al cambio, è un X-Trac elettroattuato a 6 marce montato trasversalmente (per contenere le masse entro gli assi). Il peso? 1.100 kg, che nelle “mani” del 5.200cc V10 by Lamborghini diventano piuma. Motore che è disponibile in versione aspirata oppure sovralimentata, da oltre 820 CV (più sotto i dettagli).

Incredibile la cura con cui è realizzato l’interno. Non “solo” il volante è estraibile, come sulle monoposto, ma la pedaliera è posizionata più in alto del cosiddetto punto H, quello in cui si trova l’anca del guidatore (nell’immagine qui sotto, in alto a sinistra la posizione di guida su una monoposto, a destra quella su un’hypercar e in basso quella sulla PJ-01). Il tutto, senza dimenticare l’impianto di climatizzazione e l’infotainment, perché con la PJ-01 in pista ci si arriva non sulla bisarca, ma guidandola. Qui sotto trovate la scheda tecnica, tutte le altre informazioni invece sul sito ufficiale Pambuffetti.

Pambuffetti-PJ01 Posizione-di-guida-

La scheda tecnica

  • MOTORE V10 – 5.200cc
  • POTENZA fino ad 820cv a 8.500 RPM.
  • COPPIA 800 Nm
  • PRESTAZIONI 0-100 in meno di 3 sec.
  • VELOCITA’ MASSIMA  oltre 320 km/h
  • DOWNFORCE  oltre 500kg già a 280km/h
  • PESO 1100 Kg
  • RAPPORTO PESO/POTENZA 1.34 kg/cv
  • TRACTION CONTROL di derivazione racing 12 posizioni, fino all’esclusione.
  • ABS di derivazione racing 12 posizioni, fino all’esclusione.
  • CAMBIO 6 marce ad innesti frontali di derivazione racing, Elettroattuato con paddle al volante.
  • TRAZIONE Posteriore
  • FRIZIONE  A pedale di derivazione racing.
  • ACCELERATORE  Fly by wire, completamente programmabile.
  • SOSPENSIONI Sistema push rod con puntoni e rockers.
  • Ammortizzatori e barre antirollio regolabili. Lifting system sull’anteriore.
  • FRENI Di derivazione racing con ripartitore della frenata F/R. Ant: 380mm, Post: 365mm
  • CINTURE 4 punti a sgancio rapido
  • TELAIO Ibrido in acciaio strutturale e carbonio
  • CARROZZERIA  In fibra di carbonio
  • LUNGHEZZA 4.700 mm
  • PASSO 2.750 mm
  • LARGHEZZA 2.060 mm
  • ALTEZZA 1.150 mm
  • PNEUMATICI ANT 275/30 R19 monodado
  • PNEUMATICI POST  335/30 R20 monodado
  • CERCHI OZ Racing