Peugeot 2020
e-voluzione elettrica

Uno dei pochi marchi che propone metà delle auto in gamma con tutte le motorizzazioni, Peugeot lancia la sua offensiva elettrica.

6 febbraio 2020 - 19:17

Il 50% di modelli elettrificati in gamma e 700 auto, fra ibride ed elettriche, immatricolate a gennaio ne fanno il primo brand “con la spina” in Italia.

LIBERO ARBITRIO

La scelta non si impone. Quando l’auto dei desideri è proposta con ogni motorizzazione possibile, non resta che decidere qual è quella che soddisfa le reali esigenze di ciascuno. E, se la voglia di elettrica non è sostenuta da un’adeguata conoscenza, Peugeot ci pensa due volte prima di far mettere la firma sull’assegno. Una conoscenza delle proprie necessità, prima ancora che del mezzo e della sua tecnologia.
Abitudini di guida, tipo di tragitto, percorrenza, caratteristiche dell’impianto elettrico domestico… Sono alcune delle variabili che sono prese in considerazione dal consulente Peugeot (non più venditore, mi raccomando) prima di dare l’ok: meglio un cliente reindirizzato che uno scontento. A proposito di soddisfazione, le batterie delle elettrificate sono coperte da garanzia di otto anni o 160.000 km.

TECNOLOGIE

Ibrido plugin ed elettrico. Queste le scelte di Peugeot, che le ritiene quelle davvero efficaci e rispondenti alle esigenze di mobilità odierna. La prima si addice alle auto che sono utilizzate a 360 gradi, mentre la seconda è compatibile con il solo utilizzo urbano e commuter. Abbiamo avuto modo di provare entrambe le soluzioni, declinate nei quattro modelli più importanti per il marchio francese: le due ibride plug-in 508 HYbrid e 3008 HYbrid4 e le due elettriche e-208 ed e-2008.
Il cammino di Peugeot verso l’elettrificazione ha seguito una precisa strategia, che ha preso le mosse dalla creazione di nuove piattaforme progettate ad-hoc. Così facendo, si è riusciti a produrre le medesime vetture con differenti motorizzazioni, senza dover accettare compromessi in termini di spazi e volumi per alloggiare batterie e propulsori aggiuntivi.
A livello di motori, la 508 HYbrid abbina un endotermico da 1.6 l con 180 cv e un elettrico da 80kW, la 3008 HYbrid4 si affida allo stesso endotermico ma supportato due motori elettrici, per un totale di 300 cv. La e-208 e la e-2008 sono invece spinte da un motore elettrico da 100 kW con batteria da 50 kWh.

COME SI GUIDANO

Proprio come le versioni termiche, niente paura. Ci pensano loro a gestire e a fare interagire motori e batterie. Chi siede al volante deve solo preoccuparsi di scegliere la modalità di guida che preferisce: Sport, Ibrida, Elettrica, nel caso di 508 HYbrid e 3008 HYbrid4 (per quest’ultima si aggiunge l’opzione 4WD), oppure Sport, Normale, Eco per e-208 ed e-2008. Su tutte, poi, c’è la possibilità di utilizzare il cambio e-EAT8 in modalità D/B, per avere un freno motore più marcato e quindi un maggiore effetto rigenerante delle batterie. Caratteristica comune ai modelli ibridi è la funzione eSave, che permettere di impostare il livello di batteria che si vuole tenere come scorta, per esempio per poter rientrare in città e viaggiare in elettrico: in base alla selezione fra 10 km/20 km/Max, il sistema gestisce i flussi di energia per mantenere il livello di carica impostato.

COME FUNZIONANO

Cominciamo dalle due ibride plug-in, 508 HYbrid e 3008 HYbrid4. La filosofia di funzionamento alla base di questo sistema è che l’utilizzo dell’elettricità sia prioritario per un’ovvia questione di risparmio, con l’intervento del motore endotermico a supporto di quello elettrico. Quando è impostata la modalità Ibrida, se la batteria è sufficientemente carica e se il pedale del gas è dosato con oculatezza, è possibile anche guidare completamente in elettrico. In modalità Sport, quando cioè si esige il massimo della spinta, il motore elettrico diventa invece spalla di quello termico. In modalità Elettrica, infine, si può guidare in full electric fino a una velocità massima di 135 km/h e fino a quando (ovviamente) non si esaurisce la carica della batteria.
Nel caso della 3008 HYbrid4, c’è in più l’opzione 4WD, che è premessa dalla presenza di un secondo motore elettrico, posizionato sull’assale posteriore e che entra in funzione solo quando questa modalità è selezionata. A seconda dello stile di guida e dalla carica della batteria, si può avere la trazione integrale anche in full electric.
Per quanto riguarda invece le elettriche e-208 ed e-2008, tutto è più semplice. Le uniche variabili sono rappresentate dai tre driving mode, con il setting Eco che taglia la potenza per ridurre il consumo di energia e il setting Sport che aumenta lo spunto nella prima parte dell’accelerazione.

COME SI RICARICANO

Intanto, parliamo di autonomia. Per le due ibride non è un discorso così importante, ma si tratta comunque di una cinquantina di chilometri abbondanti in full electric (misurati sul campo durante il nostro test ride). Delle due elettriche diamo il dato dichiarato (340 km WLTP e 450 km NEDC) poiché il nostro tour è stato di 43 chilometri e quindi non abbiamo dati verificati.
Venendo ai tempi e alle modalità di ricarica, utilizzando una presa domestica da 1,8 kW occorrono 7 ore per raggiungere il 100%; diventano 4 ore si si utilizza una trifase da 3,3 kW e si riducono a 2 ore con una wallbox da 7,4 kW.

QUANTO COSTANO

Non sapevamo se mettere il punto interrogativo o quello esclamativo… Cominciando dalle elettriche, la e-208 parte da 33.600 euro e si sale a 38.050 euro con la e-2008. Le plug in sono un paio di gradini sopra: per la 2008 HYbrid4 ci vogliono almeno 51.930 euro (44.430 euro per la versione a due ruote motrici) e per la 508 HYbrid si parte da 46.980 euro (47.880 per la sorella SW).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incentivi auto, 8 modelli Audi beneficiano del bonus

captur vs 2008 vs puma vs kamiq

Tutti i SUV a meno di 20.000 euro, grazie agli incentivi

Consegnate cinque Nissan Leaf al Comune dell’Aquila