Porsche 718 Boxster T e 718 Cayman T, scelta da puristi

Ispirate alla 911 T, sono già ordinabili. La Boxster T costa 66.004 euro, che salgono a 68.078 per la 718 Cayman T

20 dicembre 2018 - 23:12

Nell’alfabeto Porsche, la T significa, dalla 911 del 1968, Turismo. Inteso però come il piacere di guidare su una strada tutta curve, per allungare il più possibile il tragitto. Esattamente la missione delle nuove Porsche 718 Boxster T e Cayman T, pochi fronzoli, tanto gusto.


Interventi mirati
Riconoscerle non è poi così difficile: i cerchi da 20″ vanno d’amore e d’accordo con l’assetto sportivo PASM più basso di 20 mm, mentre non mancano il doppio scarico centrale nero e calotte specchi in grigio. All’interno, le maniglie apriporta sono sostituite da più leggeri nastri in tessuto e il sistema multimediale sparisce (ma si può richiedere come optional a costo zero).


Zona rossa a 7.500 giri
Il motivo? Il risparmio di peso. Che è cresciuto (1.350 kg per le 718 Boxster e Cayman T manuali, 1.380 per le automatiche) con l’arrivo del filtro antiparticolato allo scarico, necessario per rispettare le ultime normative antinquinamento. In ogni caso, il 2 litri quattro cilindri turbo benzina esprime sempre 300 cv a 6.500 giri e 380 Nm a 2.150, per una velocità massima pari a 275 km/h.


Sotto i cinque secondi
A migliorare le prestazioni in accelerazione pensa lo Sport Chrono Package, di serie, che comprende anche il Launch Control nel caso del cambio a doppia frizione: le 718 Boxster T e Cayman T scattano da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi con il PDK e 5,1 con il manuale a 6 marce, dai leveraggi accorciati. Infine, non manca il sistema PADM, che prevede i supporti del cambio “attivi” per una maggior precisione sul veloce.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Seat Ibiza, Arona e Tarraco: in arrivo nuove motorizzazioni 

Mazda EV, una prima volta… elettrica

Nissan IMk, il concept cittadino ispirato alla cultura giapponese