Qualcuno, fra i puristi, storcerà il naso. Ma era inevitabile che, prima o poi, il glorioso marchio inglese di proprietà BMW si piegasse al mercato che cambia. Lassismo inaccettabile? Perdita d’identità? No, perché la Rolls Royce Cullinan ha raggiunto il suo primo obiettivo senza nemmeno aver messo le ruote su strada: far discutere.

Rolls Royce Cullinan montagne frontale

 Stilemi da estasi

Guido Meda direbbe che “il Partenone c’è!” e non poteva essere altrimenti: la calandra in acciaio lucidato a mano s’ispira come sempre al famoso tempio greco, e ha alla sua sommità una “dea”, la Spirit of Ecstasy. La Rolls Royce Cullinan ricorda le ammiraglie della Casa inglese anche nei tratti, rigidi ma non troppo austeri, e nelle proporzioni, quasi smisurate – come l’ego di chi se la metterà in garage. La lunghezza è pari a 5,34 metri, misura che scende (…) a ben 2,16 per la larghezza e a 1,83 per l’altezza. Il peso in ordine di marcia è di circa 2.600 kg.

Rolls Royce Cullinan porte vista alto

Monolocale arredato con finiture di pregio

Le porte della Rolls Royce Cullinan, che si aprono ad armadio, schiudono un abitacolo da albergo pentastellato, che si abbassa di 40 mm per far accomodare i fortunati passeggeri. Due le configurazioni posteriori: la prima è un divanetto a tre posti, con schienali abbattibili separatamente per aumentare la capacità di carico da 600 a 1.930 litri. La seconda, invece, prevede due sedili singoli con, al centro, un minibar fornito di champagne e bicchieri, per essere sempre pronti al brindisi. Degno di nota il pacchetto Cullinan Viewing Suite, con due sedili e un tavolino che fuoriescono dal bagagliaio: una situazione perfetta per ammirare il tramonto in dolce compagnia, sorseggiando l’aperitivo preferito.

Rolls Royce Cullinan sedili bagagliaio

Meccanica… fantasma

La Rolls Royce Cullinan nasce sulla base della nuova Phantom e ne utilizza la stessa piattaforma in alluminio. Pensata per alloggiare non solo trazione integrale e asse posteriore sterzante, ma anche nuove sospensioni pneumatiche a controllo elettronico, a quadrilatero alto davanti e Multilink dietro. La missione? Assicurare un isolamento regale dalle asperità del terreno e regalare un certo sprint a questa mega-SUV, anche quando l’asfalto finisce: si possono guadare corsi d’acqua profondi fino a 54 cm. A spingere l’auto pensa il 6.7 V12 da 570 cv e ben 850 Nm a 1.600 giri, per una velocità massima di 250 km/h e consumi (dichiarati) di 6,6 km con un litro di benzina. Il cambio è uno ZF automatico a 8 rapporti.

Rolls Royce Cullinan plancia pelle schermo multimediale

Sicurezza… regale

Oltre ad essere la prima Rolls a montare un sistema multimediale con schermo touch, la Rolls Royce Cullinan può contare su diversi angeli custodi elettronici. Si va dal Collision Warning con funzione Cross-Traffic al cruise control adattivo, passando per i vari Lane Departure e Lane Change Warning. Senza dimenticare il Night Vision, per scovare pedoni o animali sulla sede stradale nelle ore notturne. Il prezzo sul nostro mercato non è ancora noto, ma sappiamo che negli States la Cullinan costa 325.000 dollari, circa 274.000 euro.