Renault Captur Project Runway, la crossover ama la città

Sulle strade di Milano con la crossover francese in versione 1.5 dCi 90 cv, da oggi disponibile anche con il cambio automatico a doppia frizione EDC. Originali i sedili “Zip Collection” lavabili e sfoderabili

Che si trovasse a suo agio in città più che in fuoristrada l’avevamo capito durante la presentazione internazionale lo scorso anno, a cominciare dal fatto che la trazione è esclusivamente anteriore. Oggi Renault Captur è ancora più urbana con la versione Project Runway, che arriverà nelle concessionarie in ottobre mostrando tutto il fascino glam delle tinte bicolore, interni raffinati e ricche dotazioni.LIVERenault con Captur ha fatto il suo ingresso lo scorso anno in quello che oggi è uno dei segmenti più combattuti del mercato, quello delle crossover urbane, inaugurato da MINI Countryman presto seguita da Nissan JukeOpel Mokka, Peugeot 2008 e molte altre.Captur ha una linea originale e un’impostazione frutto della contaminazione di tre mondi: quello dei SUV, con una posizione di guida rialzata e look imponente; quello delle monovolume, perché con rinuncia a spazio e comfort, e quello delle berline, grazie a dimensioni compatte (è lunga 4,12 m). E’ disponibile in tre motorizzazioni: due benzina Tce 1.2 120cv EDC e 1.0 Tce 90cv e una Diesel 1.5 dCi 90 cv, da oggi disponibile anche in versione EDC. Vi rimandiamo comunque alla prova completa della Renault Captur per tutti i dettagli tecnici e per quanto non è cambiato fino a oggi.La novità Captur per il 2015, oltre all’EDC (il cambio a doppia frizione di Renault) per la versione Diesel, si chiama Project Runway, versione che arriverà nelle concessionarie tra qualche mese e che nasce dalla collaborazione di Renault con il talent show sulla moda condotto dalla modella Eva Herzigova per l’edizione italiana, in onda la scorsa primavera su FoxLife (canale 114 di Sky). Renault Captur Project Runway si propone infatti di anticipare quello che sarà lo stile della prossima stagione autunno-inverno, con scelte di colore e dotazioni originali.La tinta della carrozzeria è Marrakech, una delle 18 bicolore disponibili sulla gamma Captur; bicolore sono anche gli interni, resi ancora più glam dalle sellerie in pelle e tessuto.A proposito di sellerie, un’altra novità sono le proprio le sellerie “zip collection”, disponibili in 8 motivi e facilmente sfoderabili e sostituibili.DRIVEIl test consiste nell’attraversamento della città di Milano alla guida di Renault Captur Project Runway.Nella prova effettuata lo scorso anno le sospensioni della crossover francese ci erano sembrate abbastanza rigide e settate per andar veloce piuttosto che a passeggio sugli irregolari asfalti cittadini; nel complesso però anche sul pavè milanese Captur è risultata confortevole, grazie anche alla buona insonorizzazione dell’abitacolo.Del motore 1.5 Diesel, l’unità del gruppo Renault più venduta, avevamo esaltato le doti di spinta fin dai regimi più bassi e di fluidità, oltre all’assenza di vibrazioni. Caratteristiche queste che in città significano guida rilassata e il non dover mettere in continuazione mano al cambio. Ora che l’unità si accompagna anche all’EDC il comfort è ancora maggiore visto che gli innesti  del cambio automatico a doppia frizione sono sempre veloci e morbidi.Per quanto riguarda gli interni sono degni di nota il pratico cassettone anteriore lato passeggero di ben 11 litri e il tablet da 7 pollici, che raggruppa in un unico elemento navigatore, radio, telefono e connettività per apparecchi portatili.E per finire i consumi: 8 litri per 100 km ottenuti in un percorso esclusivamente cittadino non sono davvero niente male.