Salone di Ginevra (virtuale), cosa ci ha colpito di più

Fra le tante novità presentate, non sono mancati spunti interessanti, coraggiosi e curiosi

5 marzo 2020 - 17:11

Gli organizzatori e tutti noi ne avremmo fatto volentieri a meno, ma il Salone di Ginevra resterà nella storia per essere stato cancellato a pochi giorni dall’apertura. Ci si è così inventati – Case automobilistiche e operatori del settore – il salone virtuale. Dirette streaming, rilascio dei materiali nella stessa ora in cui era programmata la conferenza stampa al Salone o eventi last minute come quello messo in piedi da Fiat, a Milano, per la 500 elettrica.

Insomma, le tante novità in rampa di lancio non potevano rimanere nel cassetto (tranne quelle di Toyota e Volkswagen, che hanno rimandato il lancio, rispettivamente, del B-SUV e della ID.4). E dopo aver visto insieme le principali, andiamo ora ad analizzare alcuni aspetti secondari, curiosità che al primo sguardo non si notano, ma che potrebbero rappresentare motivo di riflessione.

500 DIVENTA BRAND A SÉ?

BMW “SFRONTATA”

IL CORAGGIO COREANO

LO “STRANO” ABITACOLO AUDI

Commenta per primo