Skoda Octavia G-TEC: 410 km a gas

Debutterà a settembre la versione bifuel benzina/metano della berlina e wagon ceca. Mossa da un 1.4 TSI da 110 cv abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti, promette un’autonomia complessiva di 1.330 km senza penalizzare la capacità di carico

30 maggio 2014 - 10:05

Non di sola Passat si vive. A quanti sono alla ricerca di una vettura “di rappresentanza” concreta, spaziosa e capiente, ma soprattutto alimentata a metano, Skoda dedica la nuova Octavia G-TEC.

Nonostante condividano architettura – 4 cilindri in linea –, cilindrata – 1.390 cc – e iniezione diretta, i motori appannaggio di VW Passat 1.4 TSI EcoFuel e Skoda Octavia G-TEC differiscono nella sovralimentazione: mediante compressore volumetrico e turbocompressore per la berlina e wagon di Wolfsburg, esclusivamente mediante turbocompressore a gas di scarico per la novità di Mladá Boleslav. Diversità che spiega la sensibile differenza di potenza tra le due vetture: 110 cv per Octavia, 150 cv per Passat. In compenso, i consumi dichiarati da Skoda sono da primato: 5,4 m3 ogni 100 km. Vale a dire, a parità di trasmissione manuale a 6 rapporti, 18,5 km/m3 contro i 15,2 km/m3 appannaggio di Passat berlina. Valori cui contribuiscono i sistemi Start&Stop e di recupero dell’energia nelle fasi di frenata, cui consegue un’autonomia a metano di 410 km.

La presenza delle bombole del gas inficia solo parzialmente la capacità di carico. Octavia Wagon G-TEC può infatti contare su 480/1.610 litri anziché i 610/1.740 litri della vettura standard. Disponibile negli allestimenti Active, Ambition, Executive ed Elegance, sin dal livello base è dotata di ABS, ESP, 7 air bag, climatizzatore, fendinebbia e radio. Arriverà nelle concessionarie a settembre.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

KIA Futuron, dichiarazione d’intenti

BMW: “L’elettrica i4 sarà bella da guidare come la Serie 3”

Noleggio auto a lungo termine con Share Now