Volkswagen Golf CC

Anche la Volkswagen Golf sembra destinata a seguire le orme della Passat. In che senso? Ampliando la gamma con una versione berlina-coupé destinata ai paesi asiatici, ma non solo…

A poco tempo dalla presentazione della Wolkswagen CC (o Passat CC, come veniva chiamata prima del restyling), anche l’ultima generazione Golf sembra destinata ad ampliare la propria gamma con una versione allungata (prodotta sfruttando la piattaforma modulare MQB) battezzata, appunto, Golf CC.Di cosa stiamo parlando? Di una berlina coupé ispirata nella linea, ma non nelle dimensioni, alla sorella maggiore. Insomma, una sorta di Volkswagen Jetta, solo molto più dinamica e curata nella linea. A sostenerlo è niente meno che l’autorevole (soprattutto in fatto di produzioni teutoniche) sito auto-motor-und-sport.de.Nonostante quello delle berline coupé sia un segmento relativamente piccolo, Volkswagen sembra avere tutte le intenzioni di cimentarsi nello sviluppo della Golf CC. Il motivo è duplice: da un lato ci sono mercati come quelli asiatici che sembrano apprezzare particolarmente prodotti di questo genere, soprattutto se proposti a prezzi non troppo esclusivi (vedi il caso della Passat CC); dall’altro c’è un indagine promossa dalla IHS Automotive che ha individuato un aumento della richiesta di berline coupé (la previsione arriva al 2014) generalizzato a tutto il mondo (si parlà del +26% negli Stati Uniti, +40% in Cina e, udite udite, + 80% nel Vecchio Continente).Un po’ più bassa della Golf tradizionale (meno 5 cm), lunga 4,65 metri e larga circa 1,8, la versione CC dovrebbe giungere sul mercato ad un prezzo indicativo di 25.000 euro. La scelta delle motorizzazioni dovrebbe accentuare l’immagine di maggiore esclusività rispetto alla Golf classica; niente 1.2 TSI e 1.6 TDI, quindi, ma piuttosto spazio a motorizzazioni a benzina turbo che spaziano dai 140 ai 200 cavalli, mentre per le versioni a gasolio la forbice di potenza per l’unità 2.0 TDI dovrebbe partire da 140 cavalli per culminare a 170.Non mancherà una discreta farcitura in termini di sicurezza (cruise control adattivo, avviso cambio di corsia e molto altro ancora) e optional all’insegna dell’esclusività, ma in questo caso, è facile immaginarlo, il prezzo è destinato a salire notevolmente rispetto ai 25.000 euro di partenza.