Volvo V60 Cross Country: wagon o crossover?

Allestimento all terrain per la famigliare svedese che beneficia dell’assetto rialzato di 65 mm e di protezioni specifiche per l’utilizzo fuoristrada. È mossa, al momento, solamente da un 2.5 turbo benzina da 250 cv.

13 novembre 2014 - 9:11

“Alle morbide Fruit Joy, tu resistere non puoi, devi devi devi devi devi, masticaaar!”. Ricordate il tormentone pubblicitario di fine Anni ’80? Ecco, in ambito automobilistico accade oggi qualcosa di simile con le famigliari. Hai in gamma una wagon? Devi devi devi devi devi, trasformarla in una versione all terrain!

Non sfugge a questa tendenza Volvo che declina in configurazione Cross Country la V60, rialzandola di 65 mm e dotandola di protezioni sottoscocca sia all’avantreno sia al retrotreno, passaruota con rivestimenti plastici a contrasto, battitacco e cerchi in lega da 18 o 19 pollici abbinati a pneumatici dalla spalla più alta; a tutto vantaggio del comfort e dell’efficacia fuoristrada. Immancabile la trazione integrale permanente, alla quale si affianca il sistema Torque Vectoring che, agendo sulle pinze dei freni, rallenta le ruote interne alla curva così da agevolare l’inserimento in traiettoria e contenere il sottosterzo.

Verrà presentata al Salone di Los Angeles e, pertanto, sarà inizialmente mossa da un propulsore in linea con i gusti americani, vale a dire il noto 5 cilindri turbo benzina 2.5, accreditato di 250 cv, cui successivamente si affiancheranno – molto probabilmente – i motori top di gamma della serie Volvo Drive-E; vale a dire i 4 cilindri common rail 2.0 turbo da 190 cv e 400 Nm (D4) e biturbo da 225 cv e 470 Nm (D5). Unità che lavorano in abbinamento a una trasmissione automatica a 6 rapporti, in attesa del cambio manuale a 6 marce che, in Europa, potrebbe contraddistinguere la versione 2WD a trazione anteriore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Peugeot 3008 GT Hybrid4 e 508 Hybrid
arrivano le ibride plug-in

Mitsubishi New Gen L200, prezzi da 24.836 euro

porsche taycan bianca e blu

Auto elettriche, aumenta l’offerta, calano i costi