Quando un’azienda si permette di dire che la sua forza risiede nell’inventare quello che non esiste ancora e riconsiderare e ridefinire quello che esiste già, i casi sono due: o se la tira o fa molto sul serio e, oggi che la specializzazione nel mondo della MTB è massima, quando un brand mette in campo quattro famiglie di gomme specifiche per differenti condizioni di utilizzo e terreno, può essere che siamo di fronte al secondo caso. Se poi parliamo di Michelin, un’azienda che investe ogni anno 700 milioni di euro in ricerca e sviluppo, abbiamo sbagliato forse a farci venire il dubbio…
Tornata sul mercato della mountain bike nel 2013, con l’introduzione della gamma Enduro, chiude ora il cerchio con il Cross Country e l’All Mountain.
Per sviluppare i nuovi prodotti in tempi estremamente ridotti, i francesi hanno cambiato metodologia di lavoro e puntato sullo sviluppo congiunto con i partner del mondo delle competizioni e del centro di tecnologia, travasando le esperienze degli altri settori in cui Michelin è coinvolta, oltre naturalmente a coinvolgere i team e i singoli rider delle diverse discipline.

Jet XCR, Force XC, Force AM e Wild AM sono le 4 famiglie, declinate in 16 misure, che dovrebbero rispondere (promettono in Michelin) all’80% delle richieste degli pneumatici Mtb, e-Bike comprese (nelle versioni AM).
Le principali innovazioni riguardano una nuova tecnologia per la carcassa Shield Technologies, declinata in tre versioni Race (ultra leggera), Cross (leggera e resistente) e Trail (super resistente) e una nuova generazione di mescola GUM-X, declinata nelle due versioni X2D (performance e trazione) e X3D (performance, trazione e aderenza).

Nel Cross Country, i rider passano dal 70 all’80% del tempo in salita, dove il grip è essenziale. La specialità richiede anche un perfetto equilibrio tra motricità, resa e un buon livello di comfort, dato dalla carcassa.
Nell’All Mountain, in cui la velocità in discesa è elevata, la capacità di assorbimento degli urti è un fattore molto importante. Il pneumatico non deve solo offrire grip eccellente, ma anche essere molto robusto per cui gomma, carcassa e scolpitura devono essere in perfetta sintonia.
A questo punto, messo da parte ogni dubbio, vogliamo però toccare con mano, in perfetto stile RED. Perché fidarsi è bene ma pedalare è meglio