Campagnolo lancia le 12 velocità elettroniche

Dopo l'arrivo della trasmissione meccanica movement12, ecco l’inevitabile evoluzione elettronica. Testata dagli atleti di Movistar, Lotto Soudal e UAE, vede la luce il nuovo Super Record EPS 12s.

14 marzo 2019 - 16:13

Le origini del Super Record EPS 12 speed sono chiaramente ispirate al gruppo meccanico movement12. La leva freno (evoluzione della versione movement12), insieme all’ergonomia e al posizionamento della leva pollice dell’EPS, crea un centro di comando costruito attorno al movimento, al comfort e alle esigenze del ciclista. Inoltre, il collaudato layout one-lever-one-action dei comandi garantisce un controllo sicuro in qualsiasi situazione. L’Ergopower in versione rim brake offre diverse posizioni per accogliere meglio mani con dimensioni diverse, mentre la versione disc brake incorpora il sistema AMS e la regolazione della posizione iniziale, che assicurano un’ergonomia personalizzata e prestazioni custom. Nuovi algoritmi specifici della nuova trasmissione, consentono di incorporare la tecnologia MultiShifting su 12 rapporti, per cui, grazie all’app MyCampy per personalizzare il gruppo, la nuova trasmissione Super Record EPS è in grado di effettuare cambiate in salita e in discesa di ben 11 rapporti con un semplice clic.

I comandi Ergopower offrire un controllo totale e il pulsante Mode (posto subito dietro la leva del cambio azionata dal pollice a destra e a sinistra) permette di controllare la carica della batteria, effettuare regolazioni di precisione sul cambio e sul deragliatore (anche mentre sta pedalando) ed eseguire ogni sorta di diagnostica. Una pressione prolungata permette invece di interagire ulteriormente con l’app MyCampy.
Questa comunicazione con le leve del cambio e i pulsanti Mode si trasforma in azione specifica grazie alla nuova interfaccia, che non solo riceve gli impulsi elettronici e li comunica a cambio e deragliatore, ma, grazie alla doppia antenna interna con Bluetooth Low Energy e ANT+, è in grado di comunicare in tempo reale con tutta una serie di dispositivi esterni come smartphone, auricolari e tanti altri.

ENERGIA SENZA LIMITI

Ultracompatta e un po’ più lunga, la nuova Power Unit dà energia a tutto il movimento della trasmissione movement12 EPS. Sottile tanto da essere compatibile praticamente con tutti i telai sul mercato, la sua durata, già leader del settore, è ulteriormente estesa con un aumento del 10% della capacità di carica.
Il deragliatore 12 Speed in versione elettronica, abbina una struttura avanzata con forcella interna in alluminio e forcella esterna in fibra di carbonio, un corpo superiore in carbonio a fibra lunga e un perno di fissaggio in titanio. Anche il cambio sfrutta le numerose migliorie apportate al suo predecessore. Lo stesso angolo di traiettoria di 45° corrisponde a un nuovo algoritmo di cambiata, che simula elettronicamente la maggiore copertura della catena di ogni singolo pignone. Migliore trasferimento di potenza e minore usura e rottura dei componenti della trasmissione soggetti a deterioramento sono soltanto due dei vantaggi dati dal posizionamento della catena in verticale e più vicino al pacco pignoni della tecnologia Embrace. Le pulegge del cambio hanno un design a 12 denti più grande e un bilanciere da 72,5 mm, garantendo una perfetta funzionalità con tutte le scelte di rapporti senza dover modificare la lunghezza della catena. La struttura più sottile, ma robusta, del bilanciere consente di ottenere una maggiore distanza tra cambio e raggi per una configurazione più semplice e prestazioni all-around più sicure.
Spostare la catena sui 12 pignoni del pacco è un’operazione che comporta una maggiore precisione e minimo margine di errore: non solo il software assolve a questo compito con velocità  e precisione, ma deragliatore e cambio usano i motori più robusti sul mercato. Realizzato in una combinazione di materiali quali alluminio, tecnopolimero ultraleggero e carbonio a fibra lunga, il cambio EPS pesa solo 234 grammi.

PRESTAZIONI E AFFIDABILITÀ

Le prestazioni estreme hanno poco significato senza affidabilità e, per quanto estremamente leggero, ogni singolo componente è studiato per offrire precisione e prestazioni costanti nel tempo, a prescindere dalle distanze percorse, dal tracciato e dalle condizioni atmosferiche, grazie anche alla totale impermeabilità.
Il nuovo gruppo EPS 12 speed è stato studiato attorno alla nuova catena 12 Speed introdotta con le trasmissioni meccaniche, che, sebbene più sottile e leggera, si innesta più rapidamente e assicura la stessa durata del predecessore per 11 rapporti.
I design più filanti e aerodinamici della guarnitura Super Record 12 speed continuano a incorporare la soluzione a 4 bracci e 8 bulloni, che la rende strutturalmente più integrata e reattiva, oltre a consentire l’intercambiabilità tra combinazioni di ingranaggi. La rigidità strutturale è maggiore e la torsione laterale è praticamente eliminata nella guarnitura cava in Super Record, che aggiunge un rinforzo in fibra di carbonio nelle aree corrispondenti di massima sollecitazione verso i bordi esterni dell’ingranaggio.
La versione rim brake del nuovo gruppo adotterà le soluzioni tradizionali e direct mount introdotte con i gruppi meccanici movement12. La versione disc brake, invece, incorpora l’avanzatissima componentistica che contempla le nuove pastiglie realizzate con nuovissimo composto in resina organica che ne migliora la durata, senza rinunciare a potenza e modularità.

MENO SALTI FRA I PIGNONI

Con 12 rapporti si ovvia di fatto alla necessità di un’ampia gamma di pacchi pignoni, in quanto il rapporto in più consente incrementi di un singolo dente fino al settimo pignone. Gli atleti possono scegliere tra 11-29 e 11-32 senza compromessi in termini di rapporti. I nuovi pacchi pignoni sono infatti compatibili con gli attuali corpi ruota libera e la battuta posteriore resta identica, per cui il corridore può continuare a utilizzare le stesse ruote e lo stesso telaio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Compex SP 8.0, non solo recupero – Parte 3

Prova SRM Look Exakt, il misuratore di potenza leggero ed efficace

Peter Sagan, caccia all’iride