La leggerezza è una qualità fondamentale per una bicicletta da crosscountry, così come lo sono reattività e rigidità. Da qualche tempo però, e mai come quest’anno, le Case stanno puntando, anche in questo segmento, sul comfort. Senza necessariamente ricorrere all’adozione di un (pesante) ammortizzatore posteriore.

FocusRaven201600013

La soluzione adottata da Trek ad esempio sulla Procaliber SL è quella di un disaccoppiatore chiamato IsoSpeed, che in pratica serve per svincolare il tubo verticale dai foderi, assorbendo parte delle vibrazioni e dei colpi provenienti dal terreno.
BMC invece si è inventata l’MTT, acronimo di Micro Travel Technology, soluzione che concede flessibilità verticale al carro posteriore grazie un elemento ammortizzante chiamato Xcell, ricavato da una speciale gomma.

Anche la soluzione scelta da Focus per la Raven Max 2016 è quella di far innestare direttamente i foderi alti con il tubo orizzontale, il quale, a sua volta, è vincolato al tubo piantone. A differenza di Trek però non c’è un perno che unisce foderi, tubo orizzontale e tubo sella, ma l’assorbimento delle vibrazioni avviene unicamente grazie alla forma dei vari elementi del telaio.
Al fine di consentire una certa flessione del tubo sella infatti, i foderi bassi si vanno assottigliando man mano che ci si avvicina al mozzo posteriore; i foderi alti inoltre sono piuttosto stretti e la sezione del tubo sella è schiacciata nella zona del movimento centrale.
L’attenzione di Focus al comfort e all’assorbimento delle vibrazioni è dimostrata anche dall’impiego di un reggisella, chiamato Concept Cpx Plus Post, che è molto flessibile in avanti e all’indietro e con un struttura divisa in due nella parte superiore

FocusRaven201600023
La versione da 29 è disponibile anche con forcella rigida. Nella foto si vedono l’ingresso dei cavi nel tubo sterzo e nella forcella

Gli ingegneri tedeschi non si sono comunque dimenticati della leggerezza. Anzi, stando a quanto dichiarato dalla Casa, sono riusciti a ridurre del 30% il peso del telaio del precedente modello, arrivando a 885 grammi in taglia M, che dovrebbero significare un peso complessivo del modello top di gamma (montata Sram XX1, Dt Swiss Xr1501 e forcella Rs-1) di appena 8,4 Kg.
Tutti i cavi passano internamente ai tubi del telaio, anche quelli di cambio e freno posteriore attraverso la scatola del movimento centrale. Il passaggio interno è previsto sia per il cavi tradizionali, sia per i cavi elettrici Shimano Di2.

La Focus Raven Max è proposta in due versioni: con ruote da 27,5” che con ruote da 29”, quest’ultima anche con l’opzione forcella rigida, che presenta una soluzione molto elegante per il passaggio del cavo del freno a disco al suo interno.