Trek e-Caliber, quando piccolo è bello

Trek imbocca la strada del downsizing di motore e batteria, presentando una full da cross country, leggera e agile, pensata per non mettere in imbarazzo i neofiti e per esaltare chi non ha nulla da imparare.

In un mercato in piena evoluzione, le Case cercano più che di intercettare le richieste dei consumatori, di creare tendenze e bisogni. Se finora il mondo delle e-MTB è stato più orientato all’Enduro, con una ricerca delle prestazioni sia dal punto di vista delle power unit, sia delle geometrie, Trek presenta una e-MTB sviluppata per vivere l’esperienza del più autentico Cross Country.

Derivata dal Cross-Country

La nuova e-Caliber si ispira al design della Supercaliber, l’arma XC di Trek, e come il modello classico è dotata della sospensione IsoStrut e si trova a suo agio sui percorsi lunghi, veloci e anche nervosi. Per questo motivo è la mountain bike assistita full-suspended più leggera di Trek: la versione top di gamma ferma la bilancia a poco più di 15 kg.

Rispetto alla Supercaliber, la geometria della e-Caliber è più “rilassata”: 67,5° di tubo sterzo (1,5° in più) con un reach più lungo per offrire maggiore stabilità durante la guida a velocità costantemente più elevate. Inoltre, le e-Caliber hanno forcella con escursione aumentata a 120 mm

Proprio come la versione “acustica”, e-Caliber è dotata della sospensione IsoStrut di Trek, una soluzione di ammortizzamento strutturale che abbina 60 mm di escursione con esclusivi foderi obliqui senza snodo che flettono in senso longitudinale mantenendo grande rigidità laterale e garantendo così grande scorrevolezza e velocità.
La famiglia delle e-Caliber comprende cinque modelli, che differiscono per allestimento, con un ventaglio di prezzi che partono da 6.799 euro e toccano i 12.999 euro.

Power unit
Software intelligente