Oggi una bici da crono deve rispondere a requisiti sempre più stringenti, anche se legati a concetti ormai assodati: il telaio da velocità deve essere un mix di performance, praticità e sicurezzaWilier oltre ad aver spinto a livelli elevati il concetto di aerodinamica, ha lavorato molto sulla personalizzazione per riuscire a dare forma a un progetto che fosse in grado di soddisfare le esigenze precise e specifiche di tutti quei ciclisti che pedalano contro il tempo.

TURN POWER INTO SPEED

Il sogno di tutti i corridori, da che esiste la bicicletta: trasformare l’energia in velocità sprecandone il meno possibile. E il telaio è uno degli elementi che in questo senso possono fare la differenza. Turbine ha caratteristiche uniche, per rispondere alle esigenze dei cronoman e dei triatleti, ed è stato sviluppato su quattro pilastri fondamentali: aerodinamica, efficienza di frenata, ampio range di posizionamento, facilità di trasporto. A ciò si è aggiunta la profonda esperienza di Wilier Triestina nel campo della ricerca della massima velocità, ricerca tesa a trasformare con il rendimento più alto possibile la potenza in velocità.

AERODINAMICA, INTEGRAZIONE E FRENI A DISCO

Turbine è stata progettata usando dei profili aerodinamici NACA, con coda tronca, così da diminuirne il peso e aumentarne la rigidità torsionale. Il freno idraulico a disco oltre a dare sicurezza in qualsiasi condizione meteo, permette di aumentare l’efficienza aerodinamica. Grazie a questa soluzione di impianto frenante si riesce ad aumentare lo spazio fra i foderi della forcella e fra i pendenti, in questo modo le turbolenze che si creano intorno al profilo della ruota diminuiscono drasticamente e migliora la penetrazione aerodinamica, oltre a consentire l’utilizzo di coperture fino a 28 mm. Lo studio sull’aerodinamica si è concentrato anche sulla zona attacco/curva, una soluzione originale progettata da Wilier: il profilo dell’attacco manubrio di Turbine si combina perfettamente con la forcella, divenendo un oggetto monolitico senza sporgenze o cavità.

POSIZIONE IN SELLA

Il numero di posizioni ergonomiche che si possono settare con Turbine sono pressoché
infinite. Incrociando tre taglie di telaio (XS/S, M, L/XL) con due tipologie di reggisella e un nuovo manubrio si riesce a configurare una bici capace di rispondere alle specifiche esigenze sia del mondo crono, sia del mondo triathlon, pur essendo discipline che richiedono stili di guida molto diversi tra loro.

MANUBRIO COMPATTABILE

In realtà la sfida più complicata per un triathleta è trasportare la bici!
Ruote, appendici, accessori, dimensioni esagerate e bagagli fuori misura…  Turbine con il suo speciale manubrio in carbonio monoscocca, in meno di un minuto si compatta senza smontare alcun cavo e – soprattutto – senza perdere la regolazione originaria: una caratteristica essenziale per agevolare il trasporto della bici completa ma anche il quotidiano stoccaggio in casa o in garage.

La nuova Turbine è disponibile in 4 allestimenti ottenuti incrociando i gruppi Shimano Ultegra Di2 e Dura Ace Di2 con le ruote Mavic Cosmic Elite Disc e Mavic Comete Pro Carbon UST Disc, con prezzi a partire da 7.700 euro fino a 11.000 euro.
Il debutto ufficiale è previsto al Roma Challenge, gara in cui sarà guidata dal triatleta tedesco Andreas Dreitz.