Quando Wilier annunciò l’uscita della sua nuova bicicletta top di gamma, la salivazione cominciò ad aumentare, memori di quanto ci era piaciuta la Cento10AIR che provammo lo scorso anno.
La Cento10PRO è infatti l’evoluzione della Cento10AIR, della quale promette di essere ancor più rigida: una rigidità torsionale che incrementa naturalmente la reattività. È una bici che, pur condividendo l’impostazione della AIR, è stata rinnovata nel telaio e offre inoltre la doppia opzione di allestimento con freno di tipo tradizionale o freno a disco.

IL DNA DI TURBINE

Se non conoscete Turbine andate a leggere il pezzo che la racconta… È la Wilier da scacco al cronometro (time trial e triathlon, per intenderci), con telaio sviluppato secondo i dettami NACA Low Speed e KAMM, che ne hanno sagomato e dimensionato i tubi per avere la massima penetrazione aerodinamica possibile. La soluzione trovata permette altresì di risparmiare peso e aumentare ulteriormente la rigidità torsionale senza intaccare l’efficienza aerodinamica del tubo stesso. A dire il vero, anche la Cento10AIR era stata plasmata in questo modo, ma il progetto Cento10PRO è più vicino ai concetti della Turbine. Il risultato che gli uomini Wilier hanno cercato era una bici leggera, aerodinamica e super reattiva (dicono che sia del 6% più rigida rispetto alla Cento10AIR).

PIÙ INTEGRATA DI COSÌ…

All’interno del tubo sterzo, grazie al suo disegno e alle dimensioni dei cuscinetti, possono scorrere fino a 3 guaine. Guaine indirizzate nel tubo sterzo attraverso il cockpit integrato Alabarda (che accoglie al suo interno le guaine cambio e freno provenienti dai comandi e le guida, con la corretta angolazione, nel tubo sterzo). La versione equipaggiata con freni a disco e trasmissione elettromeccanica non presenta nemmeno una guaina scoperta, dando a Cento10PRO una pulizia estetica estrema.

LA SCELTA NON SI IMPONE

Disco o caliper? Quale che sia la vostra parrocchia, la nuova Cento10PRO accontenterà  il vostro credo. Può essere infatti essere equipaggiata con freni direct-mount abbinati a ruote con i classici quick-release oppure con freno a disco flat-mount, ruote con perni passanti e rotori da 160 mm all’anteriore e 140 mm al posteriore.
Anche per le gomme, la scelta è molto ampia: forcella e carro sono stati infatti disegnati per offrire molta luce e permettere di montare pneumatici fino a 30 mm.

VERSIONI E TAGLIE IN ABBONDANZA

Come già Cento10AIR, anche la PRO è disponibile in sei taglie da XS a XXL e una pletora di varianti di allestimento, ottenuto incrociando gruppi SRAM, Shimano e Campagnolo con ruote Mavic Cosmic Pro Carbon ed Elite, in versione disco caliper.
I prezzi sono compresi fra i 4.750 euro della versione SRAM Force 22 con Mavic Cosmic Elite e i 10.300 euro con gruppo Shimano Dura Ace Di2 disc e Mavic Cosmic Pro Carbon Disc. È ovviamente previsto anche il frame kit, che comprende anche Alabarda, e costa 3800 euro.