BMW R 1200 GS 2013

Spy story, secondo atto: la nuova BMW GS a liquido muove i primi passi. Pochi scatti ci raccontano qualche dettaglio in più della moto che costituirà l'evoluzione del modello più venduto della Casa tedesca.

29 dicembre 2011 - 16:12

Continuano gli avvistamenti della nuova BMW R 1200 GS raffreddata a liquido. Ne avevamo parlato pochissimo tempo fa, analizzando una foto statica. Le immagini “pescate” nel sud della penisola iberica ci fanno comprendere qualcosa in più sulle probabili caratteristiche del modello che, presumiamo, sarà presentato al prossimo salone autunnale del 2012 a Colonia.

Ragioniamo insieme: i cilindri sono alettati, ma solo nella parte anteriore, quasi a voler mantenere un legame affettivo con il precedente modello, mentre posteriormente sono “pelati”, ovvero senza le alettature tipiche del raffreddamento ad aria.  Il motore ha una architettura completamente rinnovata e lo si capisce dal fatto che i condotti di aspirazione sono posizionati in alto, mentre il collettore di scarico è nella parte bassa del cilindro e non più anteriore. In pratica è come se i cilindri fossero stati ruotati di 90°.

La presenza del cardano sul lato sinistro lascia intendere che il progetto motoristico è stato completamente rinnovato e non è più, come avvenuto fino all’ultima edizione della BMW R 1200 GS, il frutto di una continua evoluzione di un progetto nato nel 1994 con la prima GS 1100.

Possiamo ipotizzare l’arrivo del raffreddamento a liquido, ma la soluzione scelta potrebbe essere diversa dal singolo radiatore frontale. È più probabile che siano adottati due elementi posizionati a lato – da notare la presenza di due grandi feritoie ai lati serbatoio – per non penalizzare il funzionamento della sospensione anteriore Telelever.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Torna il Trofeo Derapage Vent dedicato ai giovani piloti

Horus e Flyon by Caberg

Le migliori moto 125 presentate a EICMA 2019