Brixton Crossfire 500, salto di classe

Dopo aver creato solide basi con le 125 e 250 cc, la Casa austriaca lancia una interessante e originale bicilindrica da 500, a meno di 6.000 euro.

11 giugno 2020 - 17:16

Pochi anni, tanta strada. È la sintesi della storia di Brixton, marchio austriaco che a EICMA 2016 si fece notare per le sue 125 e 250 monocilindriche: modern classic con un look da special, ricercato e originale. Oggi, dopo soli 4 anni, lancia una bella bicilindrica da 500 cc e si prepara addirittura al salto fra le maxi, lasciando intendere che sta sviluppando un motore da 1.000 o forse anche 1.200 cc.

FATTORE X

Anche Brixton ha il suo “X factor“: una questione di design. In modo particolare, il design del serbatoio, attraversato da due nervature che si incrociano e disegnano una X, che ne caratterizza la forma. Da qui è nato anche il “Cross” di Crossfire, nome che in Brixton hanno deciso identificherà un’intera famiglia di motociclette, una sorta di brand nel brand.

CLASSICA MA NON TROPPO

Alcuni elementi sono marcatamente legati alla tradizione, come le ruote a raggi, il faro tondo e gli scarichi bassi a tromboncino, però il risultato d’insieme è attuale e originale, anche se si sente un po’ profumo di Husqvarna… Rimane lo stile “special di serie”, che è il marchio di fabbrica Brixton e che le rende immediatamente riconoscibili.

TESTA IN AUSTRIA

Non solo il marchio Brixton Motorcycles, ma anche tutto il reparto R&S e il centro stile sono austriaci, quindi, benché la produzione sia localizzata in Cina, la genesi di ogni moto avviene oltralpe. Così è stato anche per il motore della Crossfire 500, progettato e sviluppato secondo direttive della Casa madre da 20 ingegneri, nell’arco di due anni. Si tratta di un biciclindrico frontemarcia da 486 cc che, con una potenza di 35 kW, sfrutta esattamente lo spettro di prestazioni consentito per la patente A2. Omologato Euro 4, è pronto per l’upgrade a Euro 5. Estetica e finiture sono curate e la componentistica è di buon livello: sospensioni regolabili KYB, gomme Pirelli e freni J.Juan, made in Spain, con ABS Bosch. Fari e indicatori sono a LED e lo scarico completamente in acciaio inox. Il peso è contenuto in 180 kg e l’altezza sella è posta a 795 mm.

DUE MODELLI

La Crossfire arriverà ad agosto 2020 e sarà declinata nelle due versioni 500 e 500 X, quest’ultima con manubrio più largo, portatarga all’estremità del codino, gomme più scolpite e sella con una linea differente. I prezzi partono da 5,999 euro per la Crossfire 500 e lievitano (di poco) a 6.299 euro per la Crossfire X. Le colorazioni sono due: Black e Matt Silver. La famiglia Crossfire avrà presto una sorellina “mini”, di cui potete leggere più sotto, mentre per la primavera del 2021 è stato annunciato il lancio della Crossfire 125, che sarà la prima A1 di Brixton con motore raffreddato ad acqua.

ALTRE NEWS

Se i riflettori sono tutti sulla Crossfire 500, un po’ di luce si riflette anche su altre novità firmate Brixton. A luglio 2020, sarà lanciato un altro modello della linea Crossfire, la pit-bike Crossfire 125 XS. Una moto di classe A1 che riprende l’idea di base delle mini-bike giapponesi degli anni ’70 e la traduce in chiave moderna. A ruota toccherà alla Felsberg 125 XC, con ruota anteriore più grande rispetto al modello standard, manubrio più alto e protezione sottotelaio di serie, per un look ancora più off-road. Sempre a luglio arriverà anche la Rayburn 125, in puro stile Bobber. Con sellino monoposto ammortizzato, borsina degli attrezzi in pelle e una sobria verniciatura bicolore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

BMW Motorrad On the Road 2020

Benelli TORNADO NAKED T 125, bianca e verde, still life con modelli davanti a murales

Mercato due ruote: torna il “+” ma la crisi è profonda

Museo Ducati, (ri)nato il 4 luglio