Dakar 2012 stage 8. The race goes on!

Le vecchie volpi del deserto non si fanno fregare. Marc Coma evita la trappola di fango che blocca il cammino di Cyril Despres. Così a tornare in testa nella classifica generale è il pilota catalano con un vantaggio di 1’26”. Stephane Peterhansel alla guida della sua Mini mantiene un ottimo margine sugli inseguitori.

E’ proprio il caso di dirlo, Despres ha regalato una vittoria insapettata a Marc Coma e lo ha fatto nel peggiore dei modi offrendogli su un piatto d’argento tutte le portate buone: vittoria di giornata e laedership nella generale. Coma sbaglia a navigare ma è poca cosa rispetto al disastro di fango nel quale incappa il suo diretto avversario – vi consigliamo di vedere il filmato e capirete – una morsa infernale dalla quale ci sono voluti ben dieci minuti per liberarsi e nelle sabbie mobili ci finisce anche Goncalves.  Visti i rischi in cui sono incappati gli avversari, Coma decide di tirare i remi in barca: bassa velocità controllo micrometrico del terreno di gara e soprattutto motore risparmiato.Considerato l’episodio l’organizzazione ha deciso però di modificare il percorso ed evitare che altri incappassero nello stesso tranello. Di fatto tolto il tempo perso da Despres anche agli altri concorrenti la classifica si ricompatta sensibilmente. Il pilota francese accusa quindi un ritardo di soli 1’26”. A chiudere il podio delle moto ci pensa Helder Rodrigues.Manche tiratissima nelle auto. Alla fine Nani Roma riesce a togliere la soddisfazione di una vittoria di giornata a Robby Gordon per soli 5 secondi. Il pilota americano rimane anche oggi a bocca asciutta e non riesce a guadagnarsi il gradino più alto del podio nemmeno nella tappa di oggi. Eppure per Gordon questa è stata una giornta proficua: guadagna 2’04” sul Holowczyc e riduce il ritardo di 5’33” su Peterhansel che a trenta chilometri dal traguardo ha forato un pneumatico.Nasser Al-Attiyah continua a combattere con la sfortuna, il suo Hummer mostra una fragilità tecnica inaspettata che costringe il pilota del Qatar a diversi stop durante la giornata. Anche oggi accumula un ulteriore ritardo di 8’09”.L’Italia alla Dakar Alessandro Botturi è ormai a ridosso della top ten, encomiabile la sua costanza in gara. Nella speciale di oggi si è qualificato dodicesimo a 15’36 da Marc Coma e in classifica generale occupa ora l’undicesima piazza. Anche il compagno di squadra Paolo Ceci si sta facendo valere: diciassettesimo al traguardo e diciottesimo nella generale. The “old” Franco Picco si conferma il migliore dei privati con il 61° posto. Claudio Pederzoli ha chiuso 67°, mentre Nicola Tonetti è 84°. 109° posto per Gianernesto Astori.Ottima gara per Roberto Tonetti tra i quad, settimo al traguardo e sempre più a suo agio in questa nuova avventura. Camelia Liparoti ha invece chiuso in decima posizione.Tra i camion, dopo le disavventure della settima tappa, nel giorno del suo compleanno, Miki Biasion è ritornato ai vertici con il suo Iveco, ottenendo il terzo posto di tappa. Per i problemi avuti prima del giorno di riposo è scivolato in sedicesima posizione in generale. Tra le auto è da registrare il ritiro di Alex Caffi e Loris Calubini nella tappa precedente: con le loro Panda hanno sforato dal tempo limite nel tentativo di uscire dalle dune di Copiapo. http://youtu.be/7d1C6-t9RIYPhoto Credit DPPI