Ducati Diavel Strada

La muscle cruise bolognese acquisisce nuovi particolari tecnici ed estetici dedicati a chi con lei vuole viaggiare. Ora più che mai Diavel strappa il biglietto per la conquista dell’America.

Un mercato forte, di numeri veri, quello degli Stati Uniti, dove il concetto di moto tutta coppia, prestazioni maiuscole e interassi allungato rappresenta un must per il motociclista yankee. Diavel, che dal punto di vista dei numeri non difetta, con i suoi 162 cavalli e 127,5 Nm di coppia e ha già avuto modo di conoscere il Nuovo Mondo si presenta equipaggiata di accessori utili per stivare bagagli, proteggere meglio guidatore e passeggero e garantire un confort migliore e affrontare in souplesse le lunghissime highway. Dell'arrivo della versione Strada, ne siamo sicuri, ne gioiranno anche i popoli del nord Europa, noti per essere grandi mototuristi, perché l’equipaggiamento di serie è piuttosto interessante.

Il model year 2013 non prevede rivoluzioni tecniche legate alla ciclistica o al motore ma solo rifiniture estetiche; Ducati con Diavel Strada fa di più, offre di serie il parabrezza, cambia la conformazione del manubrio ora più lungo di 15 mm e arretrato di 60 per non imporre una posizione sportiva al guidatore ma soprattutto una sella con un diverso design e una conformazione più adatta a sopportare il peso delle lunghe distanze. Al passeggero è destinato un poggia schiena specifico e delle maniglie dedicate.

Chiudono la lista delle novità, le borse laterali da 41 litri, le manopole riscaldabili, il faro posteriore e gli indicatori di direzione di coda e la nuova colorazione Race Titanium Matte in alternativa a quelle già presenti in listino.

Il mondo Diavel per il 2013 quindi non cambia, ma anche gli altri modelli ricevono alcuni aggiornamenti. 

La versione standard prevede nuovi colori della carrozzeria e del telaio in blu metallizzato o in rosso Ducati, cerchi ruota bianchi, convogliatori dell’aria in alluminio spazzolato, estrattori del radiatore in carbonio e sella con effetto vintage e una trama definita a “cannettatura” orizzontale.

La Dark rinnova l’idea del vestito rigorosamente nero opaco, cerchi e forcella black con trattamento DLC – Diamond Like Carbon – prese d’aria nere e tutti i particolari a vista, come i terminali di scarico, pedane, manubrio, specchietti e supporto faro in nero.

La punta di diamante della famiglia è la Carbon riconoscibile per il colore della carrozzeria “Red Carbon” – rosso lucido su trama di carbonio opaco – il telaio nel pantone rosso Ducati, e i cerchi Marchesini neri caratterizzati da una lavorazione che mostra l’alluminio.