Hell’s Gate 2012

Il girone infernale dell’enduro sta per aprire i suoi cancelli… molti soccombono e pochissimi riescono a risorgere dagli inferi toscani.

Sono più di cento i piloti che il weekend del 18 febbraio prenderanno parte alla 9a edizione dell’ Hell’s Gate. La più famosa gara italiana dell’enduro estremo è pronta ad aprire i battenti e si annuncia, viste le condizioni meteo degli ultimi giorni, tra le più difficili mai disputate fino ad ora. L’albo d’oro ci ricorda che il campione mondiale inglese David Knight ha vinto tre volte e il polacco Taddy Blazusiak, vincitore del campionato del mondo super enduro indoor 2012, e già protagonista assoluto dell’Hell’s Gate per ben due volte.Nelle ultime edizioni si sono scambiati il ruolo del protagonista diversi “personaggi” di questa specialità che hanno alzato il livello a valori che sfidano e spesso battono le leggi della fisica. I nomi sono quelli di Graham Jarvis, ufficiale Husaberg, vincitore dell’edizione 2011 e di Doug Lampkin, alla guida della moto italiana Beta che calpestato il gradino più alto del podio nella gara del 2010Saranno proprio Jarvis e Lampkin i due sfidanti per eccellenza: due piloti inglesi con trascorsi agonistici di caratura mondiale nella specialità del trial. Solo loro nelle ultime due edizioni sono riusciti a battere l’infernale e verticale scoglio finale battezzato Hell’s Peak.Ai due inglesi si affiancano vari personaggi diventati famosi per le prestazioni maiuscole in occasione di gare uniche come l’Erzberg che si corre in Austria in piena estate, ritenuta una delle più difficili in assoluto nel panorama dell’enduro estremo. Teniamo d’occhio Jonny Walker: giovanissimo pilota britannico con precedenti nel trial, quarto assoluto della E3 alla Sei Giorni finlandese, e secondo assoluto nel Mondiale Indoor appena assegnato. Scaldate i motori perché farà molto ma molto freddo…