Husqvarna 701 Svartpilen e le altre novità di EICMA 2018

Husqvarna-Svartpilen-017

Allo stand Husqvarna, sfila la nuova Husqvarna Svartpilen 701, sorella della Vitpilen. Ad affiancarla la Vitpilen Aero e un minicross elettrico chiamato EE 5.

6 novembre 2018 - 17:11

Arriva la scrambler

Dopo la café racer, è il momento della scrambler (o flat track?). All’EICMA 2018 sfila la nuova Husqvarna Svartpilen 701, finalmente in versione definitiva. Sfrutta la base meccanica della “cugina arancio”, la KTM 690 Duke, ma l’ergonomia e il design sono specifici per questo modello. Ispirata al mondo del flat track, ha un look minimalista, senza orpelli e decisamente moderno.
Meccanica nota
Meccanica della Duke 690, dicevamo: la Husqvarna Svartpilen 701 ha un motore monocilindrico raffreddato a liquido da 690 cc, capace di 75 cv e dotato di frizione antisaltellamento. Non manca nemmeno un pacchetto elettronico comprensivo di acceleratore Ride by wire, controllo di trazione e ABS disinseribile. Di serie il cambio quickshifter e la strumentazione a colori TFT. Il serbatoio da 12 litri è un elemento distintivo e caratterizzante, come anche la sella sagomata e lo scarico laterale.

È una flat track
Si continua con il telaio: la Husqvarna Svartpilen 701 adotta un traliccio in acciaio ad alta resistenza, il forcellone invece è in alluminio e ha nervature a vista (ormai un marchio di fabbrica per tutte le moto del gruppo) e le sospensioni sono WP. Per il resto, a cambiare in maniera importante sono alcune sovrastrutture, soprattutto nella parte posteriore (il codino ha un design piuttosto elaborato) e le gomme, semi-tassellate (Pirelli MT60 RS) e da 18-17”. Il manubrio ha la classica piega da moto off-road, l’impianto frenante è marchiato Brembo.

Le altre

Sul palco di Husqvarna appare anche un concept estremo, la Vitpilen 701 Aero. Richiama le moto da corsa degli anni 60-70 grazie a una carrozzeria disegnata dal vento. Oltre alla carenatura inedita, monta una nuova strumentazione circolare TFT a colori, piccola ma completa.

Infine, una novità per i piccoli crossiti: si chiama EE 5 ed è un minicross elettrico. Il numero 5 indica i kW disponibili, mentre la batteria assicura 2 ore di autonomia (70 minuti per essere ricaricata completamente). Dalla strumentazione si può visualizzare il residuo di batteria e altri valori, mentre le sospensioni sono marchiate WP.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Triumph Tiger 900
la media che sfida le maxi

BMW Big Boxer
Il motore del futuro che guarda al passato

Dunlop Mutant
Versatilità massima