Gradito ritorno

Alla fiera milanese ci sono moto mai viste e moto che ritornano. Quest’ultimo è il caso delle KTM 690 Enduro R e 690 SMC R, rinnovate sotto numerosi aspetti, meccanici ed elettronici. Debutta l’ultima versione del motore LC4, celebre monocilindrico qui in versione da 690 cc e capace di 74 cv a 8.000 giri e 73,5 Nm. Cresce la capacità del serbatoio, ora di 13,5 litri, ma non è tutto.

Condivisione

Sulle nuove KTM 690 Enduro R e 690 SMC R debutta un pacchetto elettronico realmente completo e specifico per ogni moto. Grazie alla piattaforma inerziale fornita da Bosch, sulla SMC-R ora c’è il controllo di trazione MTC a due livelli (Street, Sport e disinseribile), oltre alla regolazione del freno motore MSR. Inedito l’ABS Cornering con la modalità Supermoto, che permette di bloccare la ruota posteriore ed entrare in curva con la moto di traverso. Non manca nemmeno il cambio quickshifter bidirezionale, le sospensioni WP Apex di ultima generazione e la singola pinza Brembo anteriore monoblocco. Leggero il lifting estetico, che ora richiama le altre moto KTM, mentre al capitolo ergonomia si segnala la nuova sella, più comoda. Il peso si attesta sui 146 kg a secco, più che in passato.

Sorella enduro

La sorella Enduro cambia non poco, a partire dal pacchetto elettronico. L’ABS Cornering è dotato della funzione “fuoristrada”, il controllo di trazione ha due livelli, Street e Offroad. La pinza anteriore è sempre Brembo ma non è monoblocco, le sospensioni sono WP Xplor dalla corsa lunga e i cerchi sono a raggi da 21-18”.