Che sorpresa!

Un fulmine a ciel sereno. E visto l’oggetto di cui stiamo parlando è proprio il caso di dirlo. Sorprendendo il mondo intero, la Casa di Kaohsiung ha presentato all’EICMA 2018 una superbike elettrica. Si chiama Kymco SuperNEX, è la prima moto prodotta da Kymco e ha già le carte in regola per diventare un riferimento nel mondo delle elettriche. Attualmente è in fase di concept ma assieme al programma iONEX rappresenta un chiaro segnale: il futuro potrebbe essere elettrico e Kymco vuole essere tra i protagonisti.

Superbike coi fiocchi

La Kymco SuperNEX è una superbike nelle forme e nei contenuti. Sotto l’aerodinamica carena c’è tanta tecnologia: i dati tecnici sul motore non sono dichiarati, ma si può dire che la SuperNEX sfrutta un telaio perimetrale in alluminio e pregiate sospensioni Öhlins. C’è di più: il motore lavora con un cambio a 6 rapporti (“per i motociclisti, cambiare marcia è l’essenza della guida sportiva” ha dichiarato Allen Ko, CEO di Kymco ) e le prestazioni della moto sono tenute a bada da quello che Kymco chiama FEP (Full Engagement Performance), di fatto una piattaforma che include ABS (con controllo del sollevamento della ruota posteriore in staccata), controllo di trazione e dell’impennata.

Come una moto vera

Non è tutto: la Kymco SuperNEX mette a disposizione del pilota 4 diversi riding mode chiamati Adaptive Machine Personalities e che regolano tutti i parametri di motore ed elettronica. Si chiamano Poised, Assertive, Bold ed Extreme, in ordine di potenza erogata e regolazione del freno motore (che ricarica la batteria). Dulcis in fundo, la SuperNEX emula il suono di una classica moto a combustione grazie a vere e proprie casse, per soddisfare i nostalgici e farsi sentire nel traffico. Queste le prestazioni dichiarate: 0-100 km/h in 2″9 secondi, 0-200 km/h in 7″5 e 0-250 km/h in appena 10″9.