Nuovo Honda ADV350, il “SUV a due ruote” per tutti

La ricetta è la stessa, vincente, dell’X-ADV. Con cilindrata, prestazioni e prezzi più alla portata

Nessuno, prima di Honda con l’X-ADV 750 nel 2016, aveva avuto il coraggio di proporre un maxi scooter con caratteristiche offroad. I numeri di mercato hanno dato ragione ai giapponesi, che nel frattempo ci hanno preso gusto e, mentre i concorrenti stanno ancora decidendo se mettere sul mercato un prodotto rivale, ecco l’Honda ADV350. In sostanza, ciò che ha fatto dell’X-ADV 750 un successo, viene ora riproposto su uno scooter meno impegnativo sotto tutti i punti di vista. Calano infatti cilindrata (e dunque le prestazioni), peso e prezzo. Ma andiamo con ordine.

Motore 330 cc da 29,2 CV

Il motore dell’Honda ADV350 è un monocilindrico 330 cc, capace di 29,2 CV a 7.500 giri e 31,5 Nm di coppia a 5.250 giri. Al di là dei numeri, ciò che interessa di questa unità è la grande cura con cui è stata realizzata per ridurne al minimo i consumi. Di seguito alcuni esempi: l’aria viene fatta fluire nel condotto di aspirazione in modo efficiente, sfruttando un moto vorticoso verso l’interno del cilindro per una combustione del carburante omogenea. Ancora, i gas di scarico vengono espulsi attraverso un condotto di scarico rettilineo, mentre il silenziatore a due camere favorisce la fuoriuscita dei gas di scarico. Non mancano la catena di distribuzione con tenditore idraulico e la pompa di recupero. Quest’ultima abbassa la pressione interna al motore, riduce l’agitazione dell’olio e diminuisce le perdite da pompaggio oltre all’attrito volvente interno. Il tutto ha permesso di ottenere 29,4 km/l di percorrenza nel ciclo medio WMTC; l’omologazione è ovviamente Euro 5.

Anche il comfort vuole la sua parte: ecco dunque un contralbero che contribuisce alla riduzione delle vibrazioni. Quanto alla trasmissione, la frizione centrifuga automatica aziona il V-Matic (con rapporti impostati per una rapida reazione alle basse velocità e una pronta accelerazione) e la trasmissione finale a cinghia. Infine, da segnalare il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) a due livelli.

Honda ADV350

Due caschi integrali sotto la sella

Il look dell’Honda ADV350 è avventuroso, lo spirito è molto pratico. Lo testimoniano, fra le altre cose, il vano sottosella da 48 litri (ci stanno due caschi integrali) suddivisibile con una paratia posizionabile in diversi punti e il vano portaoggetti anteriore sinistro con tanto di presa USB-C. L’altezza sella posta a 795 mm garantisce grande facilità di utilizzo a persone di tutte le stature.

Capitolo connettività: da segnalare l’Honda Smartphone Voice Control system integrato, che permette di collegare lo smartphone al veicolo ed impartire comandi vocali ottenendo informazioni nelle cuffie dell’interfono. L’interfaccia è il cruscotto con display LCD. Infine, la chiave è una SmartKey, che consente di attivare il commutatore di accensione, aprire/chiudere il vano sottosella e bloccare automaticamente lo scooter quando il conducente si allontana, tenendo la chiave elettronica comodamente in tasca.

Comfort da primo della classe

Per offrire il massimo della protezione aerodinamica possibile, il parabrezza ha un’escursione di 133 mm ed è facilmente regolabile su 4 posizioni, grazie a un meccanismo di blocco dello scorrimento. Alzandolo al massimo, il flusso d’aria viene convogliato intorno alle spalle del pilota per una protezione massima anche durante i trasferimenti più lunghi a velocità di crociera. In contesti urbani o sui tratti sterrati, la posizione bassa favorisce la visibilità.

Honda ADV350

Se si parla di comfort non si possono non menzionare le sospensioni, che nel caso dell’Honda ADV350 sono ottimizzate per le strade dissestate delle città e l’off-road leggero. La forcella a steli rovesciati – da 37 mm – vanta un’escursione di 125 mm. Gli ammortizzatori posteriori presentano il serbatoio del gas separato, e molle progressive a triplo stadio, e sono fissati a un forcellone monoblocco in alluminio con escursione ruota di 130 mm. Quanto alle ruote, i cerchi sono in alluminio pressofuso, quello anteriore da 15 pollici e quello posteriore da 14 pollici. Gli pneumatici, con battistrada semitassellato, sono 120/70-15” all’anteriore e 140/70-14” al posteriore. Il telaio è a struttura di tipo tubolare ed è realizzato in acciaio; l’interasse misura 1.520 mm, l’inclinazione del cannotto di sterzo è di 26,5° e l’avancorsa misura 90 mm. Il peso con il pieno di benzina è di 186 kg.